ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa fotografia

Legacoop-Prometeia: pochi Neet sono beneficiari del reddito di cittadinanza, ecco perché

Si tratta di circa 61mila persone, un fenomeno dalle dimensioni contenute, tenendo comunque conto che questi Neet non sono necessariamente quelli che richiedono la misura, ma anche componenti di nuclei beneficiari

di Andrea Carli

Salgono i posti fissi, stretta sul Reddito di cittadinanza

3' di lettura

La percentuale dei Neet che ricevono il reddito di cittadinanza è pari al 15,5% dei percettori del sostegno nella classe di età 18-29 anni (una platea di 395.600 persone). È quanto mette in evidenza il report “Il reddito di cittadinanza in relazione agli occupati a basso reddito (working poor) e ai giovani inattivi (Neet)”, realizzato nell’ambito del progetto di ricerca Monitor Fase 4, frutto della collaborazione tra AreaStudi Legacoop e Prometeia. I Neet sono tra i potenziali percettori del reddito di cittadinanza, in quanto rientrano nella categoria degli “occupabili”, almeno per la parte di coloro che hanno concluso il ciclo di studi obbligatorio.

Applicando questa percentuale ai numeri ufficiali, si ottengono circa 61mila persone, un fenomeno dalle dimensioni contenute, tenendo comunque conto che questi Neet non sono necessariamente quelli che richiedono la misura, ma anche componenti di nuclei beneficiari. «Il legame con l’inserimento lavorativo è reso fragile non solo dalla mancanza di lavoro, non solo da alcune furbizie individuali, ma soprattutto dalla fragilità di quel fondamentale settore che nelle economie avanzate sono le politiche attive del lavoro, specialmente per i giovani», osserva Mauro Lusetti, presidente di Legacoop.

Loading...

Gli occupati con un basso livello di retribuzione

Per quanto riguarda gli occupati con un basso livello di retribuzione, i cosiddetti “working poor”, che rientrano tra i potenziali percettori del Rdc, il report sottolinea come via sia un acceso dibattito sul rischio che la combinazione di contratti regolari e di Rdc possano incentivare accordi di lavoro sommerso. A tale proposito, c'è chi suggerisce, oltre che di inasprire i controlli, di innalzare la soglia reddituale di accesso al Rdc per disincentivare comportamenti illeciti.

Le risorse messe in campo

Ma quale è stato l'ammontare delle risorse utilizzate nell'attuazione della misura e quale l'impatto del reddito di cittadinanza sugli occupati a basso reddito e sui giovani, in particolare gli inattivi? Il report evidenzia come i fondi stanziati per la misura siano andati crescendo nel tempo, da 3.9 miliardi di euro per i nove mesi di copertura nel 2019 a 8.8 miliardi nel 2021 e a 6.7 miliardi nei primi dieci mesi del 2022, raggiungendo all'incirca 1.7 milioni di nuclei familiari ogni anno.

Nel 2021 il reddito/pensione di cittadinanza ha raggiunto circa 1.8 milioni di nuclei familiari corrispondenti a quasi 4 milioni di individui, mentre nei primi dieci mesi del 2022 i numeri sono stati rispettivamente 1.7 milioni e 3.6 milioni. L'importo medio è andato crescendo nel tempo, anche grazie alle modifiche apportate allo strumento: si è passati da 492 euro mensili nel 2019 a 551 euro nel 2022. Se si isola il reddito di cittadinanza dalla pensione di cittadinanza, nel 2022 il valore medio del solo reddito di cittadinanza è di 581 euro mensili, contro i 275 euro della pensione di cittadinanza.

Preponderanza di percettori al Sud e nelle isole

Quanto alla distribuzione territoriale, essa risulta stabile nel tempo e mostra una forte preponderanza di percettori al Sud e nelle isole: circa il 65% si trova in questa area geografica dove si registrano il più alto tasso di disoccupazione (e quindi redditi familiari più bassi) e un più basso livello generale delle retribuzioni per chi è occupato, oltre ad un minor numero di servizi di welfare che consentono una piena conciliazione vita lavoro. La maggiore quota di donne (52.8%) rispetto agli uomini (47.2%) riflette il divario reddituale di genere.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti