AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùAerospazio e Difesa

Leonardo chiude in calo in Borsa: focus su spese Usa per la difesa e caso Italia-Turchia

Secondo indiscrezioni l'incidente diplomatico con Ankara innescato dalle dichiarazioni di Draghi contro Erdogan metterebbe a rischio una commessa di elicotteri ma per gruppo impatto limitato

di Stefania Arcudi

2' di lettura

Dopo una seduta volatile ha chiuso in calo Leonardo a Piazza Affari. I titoli del gruppo attivo nel settore della difesa e dell'aero-spazio hanno più volte cambiato direzione, mettendo a segno anche una delle peggiori performance del FTSE MIB, con un minimo a 6,92 euro. Per Banca Akros da tenere sott'occhio è il dibattito sul bilancio americano, che dovrà essere definito tra maggio e giugno: nella proposta del presidente Joe Biden non sono previsti significativi tagli alla Difesa (per la sicurezza nazionale sono previsti stanziamenti per 753 miliardi, di cui 715 per il Pentagono, poco sotto i 722 miliardi che erano stati ipotizzati dalla precedente amministrazione Trump).

Inoltre, nel corso del fine settimana sono circolate indiscrezioni sul fatto che l'incidente diplomatico tra Italia e Turchia innescato dalle dichiarazioni del presidente del Consiglio Mario Draghi, potrebbe avere conseguenze sui contratti commerciali di Leonardo e in particolare su una commessa di elicotteri. Commentando l'incontro del presidente turco Recep Tayyip Erdogan con la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, e con il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel e l'episodio della sedia mancante per la von der Leyen, Draghi ha affermato: "Con questi dittatori, di cui però si ha bisogno per collaborare uno deve essere franco nell’esprimere la propria diversità di vedute e anche pronto a cooperare per assicurare gli interessi del proprio Paese. Bisogna trovare l’equilibrio giusto". Dichiarazioni che hanno suscitato l'immediata reazione di Ankara.

Loading...

Secondo le indiscrezioni di stampa, Turchia avrebbe bloccato, o comunque ritardato, un ordine per dieci elicotteri da addestramento di Leonardo per un valore complessivo di 70 milioni di euro. La notizia non è confermata e, ad ogni modo, avrebbe un impatto poco marcato: "Riteniamo improbabile che venga cancellato, nel caso rappresenterebbe lo 0,2% del portafoglio ordini e se fosse interamente incluso nei numeri del 2021 si tratterebbe dello 0,5% del fatturato e meno dell'1% dell'Ebit", hanno scritto gli analisti di Equita.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti