AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùpiazza affari

Leonardo reagisce in Borsa grazie a conti dopo -50% in un mese

Confermata la cedola distribuita nel 2019 a 14 centesimi per azione, l'utile balza del 60% a oltre 800 milioni di euro. Diffusa la guidance 2020 ma mercato pensa a incognita virus

di Andrea Fontana

default onloading pic

Confermata la cedola distribuita nel 2019 a 14 centesimi per azione, l'utile balza del 60% a oltre 800 milioni di euro. Diffusa la guidance 2020 ma mercato pensa a incognita virus


2' di lettura

I conti 2019 sono positivi, è stato confermato il dividendo distribuito un anno fa e gli obiettivi 2020 superano le previsioni: fattori che fanno rimbalzare in Borsa le azioni di Leonardo anche se, su tutte queste indicazioni pende l'incognita Coronavirus e il suo impatto sul resto dell'esercizio.

In un mese titolo dimezzato in Borsa
I titoli dell'ex Finmeccanica si sono anche riportati a quota 6,5 euro rimbalza approfittando della rimonta generale di Piazza Affari, a cui contribuisce il divieto di vendite allo scoperto su 85 titoli (tra cui l'ex Finmeccanica) stabilito da Consob prima dell'apertura delle contrattazioni. Il titolo in avvio di negoziazioni, venerdì 13 marzo, è salito anche del 10%. Nell'ultimo mese le quotazioni si sono praticamente dimezzate passando dagli 11,75 euro del 12 febbraio ai 5,75 del 12 marzo.

Balzo degli utili a 822mln, dividendo in linea con 2019
Positiva degli investitori ai conti 2019 chiusi con un utile netto di 822 milioni di euro (61%) e con la proposta di un dividendo di 0,14 euro per azione, in linea con quanto distribuito nel 2019. Il gruppo aerospaziale ha inoltre presentato la propria guidance sul 2020 che prevede ordini per circa 14 miliardi di euro, ricavi tra 14 e 14,5 miliardi e un ebita tra 1,325 e 1,375 miliardi di euro: le aspettative di performance sono però antecedenti alle valutazioni sull'impatto dell'emergenza coronavirus.

Per analisti dati positivi ma emergenza è incognita
«I buoni dati 2019-20 sono sovrastati dall`emergenza sanitaria in Italia che potrebbe impattare su continuità produttiva e NWC (nel breve) e potenzialmente order intake (nel medio per posticipo/cancellazione di programmi)» è il commento di Equita Sim con riferimento sia ai numeri 2019 del gruppo sia alle indicazioni sul 2020 considerate superiori alle attese. «Il management ha rilasciato la propria guidance pre-Covid - sottolineano da Ubs - ma il mercato la ignorerà visti i timori attuali». «L'andamento dell'emergenza - ha indicato il cda del gruppo aerospaziale - accompagnato dalle incertezze legate agli ulteriori sviluppi in termini di impatto sulla salute pubblica e, conseguentemente, sul tessuto produttivo, economico e sociale del Paese non permetta allo stato attuale ogni approssimazione di quantificazione degli effetti sull'andamento 2020 del gruppo». Leonardo non ha escluso di dover ricorrere prossimamente a interventi selettivi e temporanei di sospensione parziale e mirata dell'operatività di taluni reparti afferenti a siti produttivi che per loro natura non offrono la possibilità del lavoro a distanza.

Aggiornati i target a cinque anni
Resta invece l'ottimismo nel medio termine: il gruppo ha aggiornato le proprie stime a 5 anni. I nuovi ordini sono stimati pari a circa 80 miliardi, +10mld rispetto all'obiettivo 2018-2022 (70 mld); la crescita media annua dei ricavi è attesa a +4%; viene confermata la crescita del 5%-6% nel periodo 2017-2024.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...