ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEdutech

Liftt finanzia Habacus, startup che orienta i giovani e li aiuta a finanziare gli studi

La società fondata da Paolo Cuniberti ha partnership con 900 tra enti formativi, banche e aziende - Il Venture di Stefano Buono si consolida nell’Education

di Filomena Greco

2' di lettura

In Italia è una pratica poco diffusa quella dei prestiti destinati agli studenti per finanziare il proprio corso di studi. Per questo serve chi possa intermediare tra il mondo del credito, la scuola e le famiglie. Nasce da questa esigenza Habacus, startup attiva nel mercato fintech ad impatto sociale che ha ottenuto un investimento pari a 300mila euro da Liftt, il Venture Capital presieduto dallo scienziato-imprenditore Stefano Buono che così consolida così la sua presenza nel mondo dell’Education.

L’idea di Habacus è quella di fare da interlocutore fra gli istituti di credito e la scuola, orientando il percorso degli studenti e agevolando l’accesso ai prestiti studenteschi grazie alla certificazione delle performance accademiche e dei crediti formativi, attraverso una piattaforma proprietaria. L’investimento sarà focalizzato sullo sviluppo delle aree IT e commerciale. «La startup è di fatto un first mover in un mondo, quello del prestito formativo, che in Italia è distante anni-luce dagli standard europei» sottolinea una nota di Liftt.

Loading...

In linea generale, un percorso universitario si traduce in un esborso, a carico delle famiglie, dai 34 ai 45mila euro per un triennio negli atenei pubblici, cifre che salgono di parecchio se si scelgono strutture private, una situazione che crea discrepanze sociali nella fase di accesso alla formazione post-diploma e contribuisce, in negativo, alla bassa quota di laureati tra i giovani italiani.

Fondata nel 2017 dall'ad Paolo Cuniberti, con una esperienza trentennale nel settore finanziario, Habacus fornisce prima di tutto un orientamento ai ragazzi che richiedono la certificazione, e poi lavora sul reperimento di fondi, strumenti di credito o borse di studio. La società ha partnership con oltre 900 enti formativi, banche ed aziende, con più di 20mila studenti già stati certificati per accedere ai servizi erogati dalla piattaforma.

Giovanni Tesoriere

Liftt diventa dunque il primo investitore istituzionale della startup. «Crediamo e sosteniamo fortemente questa iniziativa – sottolinea il ceo del Venture Giovanni Tesoriere – che è totalmente in linea con la vision di Liftt di costruire una forte interazione fra il mondo della ricerca e della formazione e l'economia reale. Habacus rende accessibile e sostenibile il prestito formativo e la formazione di alto livello, creando un “ecosistema del sapere” inedito in Italia che coinvolge tutti gli stakeholder strategici per la crescita del sistema-Paese, e rappresenta una leva fondamentale per garantire il futuro del nostro Paese attraverso i migliori enabler possibili, i giovani».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti