Diritto all’oblio: cosa bisogna sapere per essere «dimenticati» dalla Rete

8/10Diritto

Limiti territoriali


default onloading pic

Sono ancora molti i limiti operativi all'applicazione concreta del diritto all'oblio. A oggi non esiste un obbligo fissato a livello internazionale che imponga ai motori di ricerca di garantire il cosiddetto diritto all'oblio mondiale. Le pronunce dei tribunali e delle Autorità garanti, in assenza di un obbligo fissato per legge, si limitano infatti a prevedere una deindicizzazione limitata alle estensioni europee dei motori di ricerca. Negli Stati uniti non esiste ancora una legge, simile al nostro Gdpr, che preveda in modo specifico il diritto all'oblio. Un'apertura si è intravista con l'ultima sentenza dello scorso 3 ottobre: la Corte di Giustizia del Lussemburgo ha stabilito che anche se non esiste un obbligo per uno Stato membro di prescrivere una deindicizzazione mondiale, non sussiste neppure un divieto in tal senso. Ancora una volta il giudizio di bilanciamento spetterà ai singoli tribunali che saranno chiamati a valutare correttamente, anche col metro del buon senso, le richieste degli utenti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...