Made in Italy

Lino Sonego farà le poltrone per 7mila cinema Usa

La società del Friuli Venezia Giulia e Veneto si è aggiudicata una commessa per la fornitura di poltrone al circuito Regal, che conta 7.211 sale

default onloading pic
(EPA)

La società del Friuli Venezia Giulia e Veneto si è aggiudicata una commessa per la fornitura di poltrone al circuito Regal, che conta 7.211 sale


2' di lettura

La Lino Sonego International seating, al confine tra Friuli Venezia Giulia e Veneto, tra le aziende leader mondiali nella produzione di sedie per cinema, stadi e altri impianti, si è aggiudicata una commessa per la fornitura di poltrone al circuito statunitense cinematografico Regal. L’aggiudicazione della commessa riguarda le 7.211 sale che la Regal ha nel Nord America e la fornitura completa si esaurirà nell’arco di più anni.
La Sonego, di Pianzano di Godega di Sant’Urbano (Treviso), ha sviluppato nel 2019 un fatturato di 15,8 milioni di euro, quasi completamente grazie all’export - con un venduto pari a 19 milioni - e conta di chiudere il 2020 con un notevole incremento, a 25/ 30 milioni. L’azienda occupa una quarantina di dipendenti con un indotto di circa 160 persone: ha già commesse per l’anno in corso per 110mila poltrone, di cui 62mila soltanto per gli Stati Uniti, dove nel 2020 conta di allestire circa 600 sale.

Il Ceo, Fabio Sonego, di Sacile (Pordenone), ha indicato all’Ansa che annovera tra i clienti i maggiori circuiti internazionali e le più importanti catene di cinema come Cineworld (UK), Pathé Gaumont, Cinemonde (Francia), Kinomax e Okko (Russia).
Per quanto riguarda l’ambito sportivo, l’azienda ha vinto la commessa per l'installazione delle sedute per i sette stadi del Qatar per il Campionato del Mondo di calcio del 2022. Infine, tra le realizzazioni più prestigiose nel settore teatro-auditorium c’è la Ammp, “Academy Museum of Motion Pictures” “Ted Mann theater” di Los Angeles, in collaborazione con l’architetto Renzo Piano.

Loading...

E in tempi di coronavirus, l’azienda ha messo a punto postazioni all’interno della sala cinematografica che assomigliano alla business class di un Boeing pronto al decollo: una invenzione, tutta italiana, per permettere ai cinema di riaprire in sicurezza. Il sistema denominato “Butterfly” è un dispositivo che si pone tra le poltrone: antibatterico, realizzato in ecopelle, è stato brevettato dalla Lino Sonego, che ha sperimentato il dispositivo al cinema Visionario di Udine. Il nome del divisore è ispirato dal fatto che riproduce le ali di una farfalla creando attorno a ciascun spettatore intimità e protezione, garantendo nello stesso tempo la perfetta visibilità dello schermo.
Il primo impianto l’azienda di Pianzano (Treviso) l’ha sperimentato al Visionario con l’alternanza di piccole aree sicure (posto singolo, posto doppio, posto triplo), e riadattando la capienza da 173 a 105 posti a sedere.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti