indice della sportività

Lombardia, è primato con Cremona e Bergamo che guidano la crescita

di Giacomo Bagnasco


default onloading pic
Cremona

3' di lettura

Una rappresentante nelle prime cinque, cinque nelle prime 20: per la Lombardia questa è la migliore delle 13 edizioni dell’«Indice di sportività». Con due province (Milano e Lodi) sostanzialmente stabili rispetto al 2018, Lecco in calo (dal 10° al 20° posto) e le altre nove che migliorano. Tre soli territori - Mantova, Pavia e Lodi - rimangono nella seconda metà della classifica generale, mentre Cremona - ottenendo la quinta posizione in assoluto, più 10 piazze in confronto all’anno prima - è la migliore di sempre tra le 12 lombarde. Poco più sotto arriva Bergamo, settima, aiutata dagli esaltanti risultati calcistici dell’Atalanta. Tra l’11° e il 20° posto, oltre a Lecco, si collocano Varese (che è 14ª e ha fatto il salto in avanti più consistente, visto che era 35ª nel 2018) e Brescia (18ª).

A influire è anche il nuovo parametro del tasso di praticabilità, legato alla presenza di società che consentono di cimentarsi nei vari sport. Non solo Milano è prima - come nei «Media per lo sport» -, ma nella top ten arrivano Brescia (quinta), Varese (settima) e Bergamo (nona).

Un segnale accolto con soddisfazione da Martina Cambiaghi, assessore regionale allo Sport e ai Giovani. «In effetti - dice - c’è un ottimo lavoro di squadra tra la Regione, il Coni e il Comitato paralimpico locali. Collaboriamo molto con i Comuni, cui vanno contributi a fondo perduto per l’impiantistica sportiva, come con le società e con singoli atleti emergenti. Sono tante le misure messe in campo negli ultimi anni dal nostro ente per far crescere il numero di praticanti a livello agonistico e non: tra queste la dote sport per le famiglie in difficoltà e il sostegno a manifestazioni di varia grandezza, importanti a livello sociale, culturale, di indotto economico e di marketing territoriale. E altri incentivi allo sport arriveranno in seguito all’aggiudicazione delle Olimpiadi».

Cremona si colloca 11 volte tra le prime dieci. La medaglia d’oro arriva grazie al basket maschile e, in particolare, alla prima Coppa Italia conquistata dalla Vanoli (utile anche ad aggiudicarsi il secondo posto negli sport di squadra). La provincia padana va altre due volte a podio, risultando terza alle voci «Formazione per lo sport» e «Sport e cultura». In entrambi i casi si può chiamare in causa Cesare Beltrami, già atleta e tecnico del kayak azzurro, attuale direttore didattico scientifico della Scuola regionale dello sport del Coni ed ex presidente del Panathlon club di Cremona. «Nato nel 1951 - spiega - il Panathlon si occupa di diffondere la cultura e l’etica sportiva. Il nostro club è stato costituito nel 1955, ha una novantina di soci e ultimamente ha promosso il tema della corretta alimentazione degli atleti. Detto questo, che Cremona e provincia siano all’avanguardia non è una sorpresa:pensiamo, tra l’altro, ai grandi risultati delle società Canottieri, tre in città e una a Casalmaggiore».

Anche il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, riconosce il valore dei poli “provinciali” del Casalasco (particolarmente forte nel volley femminile) e del Cremasco. «Per quanto riguarda il capoluogo - aggiunge - c’è una realtà molto attiva. Come esempi caratterizzanti cito la vitalità delle società, anche tra i dirigenti, l’integrazione fra sport e scuola (e in effetti Cremona è quinta nell’indicatore «Sport e bambini», ndr) e il lavoro fatto sul fronte disabilità. Poi c’è l’agonismo, con tanta storia e un bel movimento anche dietro le squadre di vertice, e con eccellenze nel canottaggio, nel nuoto, nel ciclismo e nell’atletica. Dove andare a incidere ulteriormente? Nella sistemazione di alcune palestre, nella creazione di un altro Palazzetto e nell’incremento di una crescita turistica già esistente, fondata su eventi sportivi di livello e sull’attrattività del comparto del Po, in un contesto naturale davvero interessante ».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...