Ripristinato nel pomeriggio

Lombardia, fascicolo sanitario bloccato per 3 giorni. «Server surriscaldati per il caldo»

Da sabato pomeriggio 14 agosto a martedì 17 è stato impossibile per i cittadini della Lombardia accedere al fascicolo sanitario elettronico regionale

di Enrico Pagliarini

1' di lettura

Per circa 72 ore, da sabato 14 agosto al tardo pomeriggio di martedì 17, è stato impossibile per i cittadini della Lombardia accedere al fascicolo sanitario elettronico regionale.

Il blocco alla piattaforma ha creato disagi, oltre che ai cittadini, a farmacie, medici di base e ospedali per le funzioni di caricamento dati sul fascicolo sanitario.

Loading...

Secondo l’assessorato al Welfare il problema sarebbe stato causato «dal surriscaldamento dei cinque condizionatori che si trovano all’interno del Centro elaborazione dati di Aria, l’Agenzia regionale per gli acquisti e l’innovazione» (la stessa che ha creato il caos al sistema di prenotazione dei vaccini costringendo la Regione a ripiegare sulla piattaforma di Poste Italiane, n.d.r.).

«I server – prosegue l'assessorato – sono stati quindi spenti dai tecnici al lavoro per ripristinare il sistema» che secondo la Regione sarebbe dovuto ripartire già lunedì sera. Per sistemi critici di questo tipo i moderni standard di disaster recovery prevedono normalmente il ripristino delle funzionalità nel giro di poche ore, un tempo quindi più contenuto rispetto ai tre giorni impiegati da Aria per far ripartire i servizi.

Nessun dato è andato perso. Regione Lombardia e Aria, contattate da Radio24, non sono state in grado di fornire ulteriori spiegazioni.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti