ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRegionali

Lombardia: dopo Moratti con il Terzo Polo il Pd cerca il candidato. No di Cottarelli

Dopo l’annuncio della candidatura dell’ex assessore nella giunta Fontana con il Terzo Polo, il Pd prende tempo e pensa a primarie

Articolo aggiornato il 7 novembre

Lombardia, Letizia Moratti si candida con il Terzo Polo

3' di lettura

Con Letizia Moratti in corsa per il Terzo Polo di Matteo Renzi e Carlo Calenda (e la sua lista civica LM) le regionali in Lombardia diventano una corsa a tre. Oltre al governatore uscente, il leghista Attilio Fontana (nella cui giunta la Moratti è stata fino al 2 novembre assessore al Welfare e vicepresidente), ci sarà il candidato del Pd che però non ha ancora un nome: Carlo Cottarelli non sarebbe disponibile e il partito guidato da Enrico Letta non esclude di ricorrere a primarie. Quello che appare certo è che i democratici non appoggeranno l’ex presidente Rai e ministro dell’Istruzione e dell’Università nel governo Berlusconi. La candidatura di Moratti, commenta il vicesegretario Giuseppe Provenzano, «rappresenta una grande spaccatura nel centrodestra che Calenda ha voluto utilizzare per spaccare poi il centrosinistra e confermare la strategia del Terzo Polo di slittamento verso la destra. Non c’è alcuna possibilità che il Partito Democratico insegua il Terzo Polo su questa strategia».

Moratti e l’appello al Pd

Il giorno dopo l’annuncio della sua candidatura Moratti spiega, in un’intervista a Repubblica, le regioni della scelta: «Il centrodestra non c’è più. Lo si è visto anche con i primi provvedimenti del governo. Questa è una destra che, a furia di alzare muri, ci chiude tutti in un recinto». Poi l’appello esteso anche al Pd: «Ci vuole un approccio nuovo, una sintesi innovativa tra riformismo e pragmatismo. Mi rivolgo anche al Partito democratico e a tutte le altre forze politiche che vogliono interpretare questa fase nuova di cambiamento. Ci vuole un approccio nuovo, più laico, una sintesi innovativa tra riformismo e pragmatismo».

Loading...

Per il Pd ipotesi Cottarelli subito tramontata

Il Pd fa muro: «Moratti ha avuto un percorso politico e pubblico tutto interno al centrodestra, non può essere la nostra candidata» ha affermato il segretario dem lombardo Vinicio Peluffo. La contrarietà vale anche per un eventuale ticket con l’economista Carlo Cottarelli, ipotesi rilanciata da Calenda. L’ipotesi che il candidato del Pd possa essere proprio l’economista eletto nelle liste del Pd sembra già tramonata. Il neo senatore democratico aveva fatto sapere che avrebbe accettato di candidarsi per la presidenza della regione solo se sostenuto da un’ampia coalizione. Con l’appoggio di Azione e Italia Viva a Letizia Moratti, la condizione sarebbe venuta meno.

Per i democratici resta in piedi la soluzione - sempre osteggiata dal Terzo polo - di primarie di coalizione. Che a questo punto però sarebbe dall’auspicato “campo largo” e ristretta a Sinistra italiana, Verdi e +Europa (lo schema visto alle politiche). Ne risulterebbe escluso anche il M5s (su indicazione dai sindaci del centrosinistra che governano in Lombardia).

Il centrodestra avanti con Fontana

La Lega intanto ha salutato l’ex ministra «che va a sinistra dopo vent’anni con il centrodestra» senza «uno straccio di coerenza» e la coalizione si compatta attorno al governatore Attilio Fontana che in un’intervista al Giornale ha definito ormai «superfluo» il dover ottenere un’investitura ufficiale dai partiti. «Attilio Fontana sarà il candidato del centrodestra» ha confermato la coordinatrice lombarda e presidente del gruppo di Forza Italia al Senato, Licia Ronzulli. «Massima stima per il presidente Attilio Fontana e per il lavoro di qualità che sta portando avanti» conferma la coordinatrice regionale lombarda di Fratelli d'Italia, Daniela Santanché. «Chiederò a stretto giro una riunione con gli altri coordinatori regionali delle forze di centrodestra - annuncia Santanché - per avere un confronto comune e condiviso per arrivare all'ufficializzazione della ricandidatura di Fontana».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti