EVASIONI IN SICUREZZA

Lombardia: vacanze dentro i confini regionali tra laghi, ville, casali e boschi (non solo per decreto)

A fine maggio scopriremo se i lombardi potranno viaggiare in altre regioni. Ma le possibilità di fare una vacanza, alternando passeggiate e lavoro in smart, nelle vicinanze delle città non mancano: ecco alcune soluzioni

di Sara Magro

default onloading pic
Villa a Griante Tremezzo Lago di Como

3' di lettura

La maggior preoccupazione dei lombardi? Immaginare un'estate confinata nella propria regione, rinunciando al mare. In verità, spiagge a parte, non va per niente male, con valli, colline, montagne, e amatissimi laghi. Basti pensare al Lago di Como che ormai è una meta da jet set, dove trascorrono le vacanze George Clooney e gli amici di Hollywood. Ci sono anche zone meno vip ma altrettanto belle, come il Varesotto, la Franciacorta, la Valtellina, tutti luoghi con grandi spazi naturali, dove quotidianità e sport si svolgono all'aperto a distanza di sicurezza.

La pace con la Lombardia merita farla per tante ragioni. In teoria il 3 giugno si può viaggiare in Italia, ma solo verso aree con lo stesso livello di rischio. E la Lombardia purtroppo è ancora in cima alle classifiche. Pertanto se il famigerato RT non diminuisce, i suoi abitanti dovranno rassegnarsi alla scoperta del territorio. Inoltre, non è detto che abbiano ferie e soldi per una vacanza lontano. Eppure, chi è stato chiuso in un appartamento di città per due mesi dovrà pur concedersi un po' di evasione in sicurezza.

Loading...

Gli interni della villa a Griante (Bellagio) lago di Como

Casa non lontano da casa
Nella realtà post Covid, programmare un viaggio all'estero sarà molto complicato, almeno per i prossimi due mesi. E anche andare in giro per l'Italia non sarà affatto facile. A quanto pare, “#iorestoacasa” sarà anche il ritornello dell'estate, a patto di trasferire le “quattro mura” non troppo lontano dalla residenza, ma nel verde, con terrazze e giardini per stare all'aperto, piscine per rinfrescarsi e wifi per lavorare in remoto. E se proprio non si può praticare lo smartwork, si può fare avanti e indietro tutti i giorni o almeno durante il weekend. Così anche un milanese può trovare il suo piccolo paradiso, a un'ora da casa.

Il posto giusto
Sulle piattaforme più note, come vrbo.it e airbnb.it, la scelta è molto ampia per tipologia di abitazione e prezzo, ma la ricerca richiede tempo per individuare il posto giusto. Oppure ci si può rivolgere ad agenzie specializzate, con standard di qualità dichiarati e servizi così personalizzati da ricordare i concierge dell'alta ospitalità. Sul sito EmmaVillas.com si trovano quattro case, da 4 a 10 ospiti, sul Lago di Garda e in Brianza, con piscina privata o idromassaggio all'aperto, tv satellitare e connessione Internet. Homelike Villas è invece una collezione di castelli, borghi medievali, case coloniche e palazzi, ben mantenuti e con tutte le comodità. Hanno case soprattutto sui laghi, compresi quelli piemontesi, casomai si potessero oltrepassare i confini, pur restando nelle vicinanze. Assocastelli invece raggruppa ben 4000 proprietà di valore storico in tutta Italia. Ma non esiste un catalogo da sfogliare online. Come una volta, si esprimono le esigenze e una persona risponde con le proposte ad hoc. In Lombardia hanno ville e castelli, come un palazzotto del ‘700 per sei persone vicino a Luino, la villa della famiglia Pirelli, con un bellissimo parco intorno, a Laveno.
A Griante, vicino a Tremezzo, sulla sponda ovest del Lago di Como, Borgo San Rocco è un complesso rurale ristrutturato, nel quale sono stati realizzati due eleganti appartamenti (per 2 e 4 persone) con ingresso indipendente, spazi all'aperto e un orto biologico dove gli ospiti possono raccogliere ogni giorno le verdure fresche. Il borgo è pertinenza di una villa storica circondata da un parco di cipressi, cedri, sequoie e alberi secolari, con vista su Bellagio, le Grigne, e i monti della Valtellina. La posizione è strategica per passeggiate nei boschi e gite in battello sul lago: l'approdo è vicinissimo.


Solitamente gli affitti di ville e dimore sono settimanali. Ma quest'anno, , con una stagione a rischio e senza i soliti numeri di turisti internazionali, flessibilità è la parola d'ordine. Ognuno adotta le proprie strategie di promozione, come sconti e politiche di cancellazione senza penalità fino al giorno prima dell'inizio del soggiorno, con rimborso dell'anticipo in voucher o in denaro. Ovviamente gli affitti lunghi sono preferiti, anche perché tra un ospite e l'altro sono necessarie lunghe sanificazioni secondo protocollo, che per quasi tutti è quello del 31 marzo 2020 adottato dall'OMS (si scarica dal sito dell'organizzazione).

Una nota sui prezzi
Di primo acchito potrebbero sembrare alti, ma suddivisi per il numero di ospiti e il numero di giorni ci si rende conto che sono convenienti (per esempio l’Arcimboldo house a Sirmione costa meno di 50 euro a persona al giorno), anche perché includono servizi simili a quelli degli hotel più raffinati, dai pasti a domicilio al noleggio di biciclette all'organizzazione delle esperienze sul territorio.

Per approfondire
Stangata Covid sulle vacanze: rischio aumenti fino al 20% tra spiaggia e ristorante

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti