Gran Bretagna

Londra autorizza il primo vaccino Pfizer, disponibile già dalla prossima settimana

Il governo di Johnson ha già ordinato 40 milioni di dosi. Ma la maggior parte della popolazione potrà beneficiarne solo dopo Pasqua 2021.

Redazione Esteri

default onloading pic
(EPA)

Il governo di Johnson ha già ordinato 40 milioni di dosi. Ma la maggior parte della popolazione potrà beneficiarne solo dopo Pasqua 2021.


2' di lettura

Un vaccino d'emergenza. La Gran Bretagna ha approvato l'uso del vaccino anti-coronavirus della Pfizer-BioNTech che sarà disponibile nel Paese a partire dalla prossima settimana. Lo riferiscono i media britannici. Il Regno Unito diventa così il primo Paese al mondo ad approvare il vaccino della Pfizer-BioNTech per un uso diffuso.
La Mhra, ente regolatore, ha fatto sapere che il vaccino offre fino al 95% di protezione contro il virus ed è sicuro per il lancio delle vaccinazioni di massa. Il Regno Unito ha già ordinato 40 milioni di dosi, sufficienti per vaccinare 20 milioni di persone, con due iniezioni ciascuna, come riferisce la Bbc. Presto dovrebbero essere disponibili circa 10 milioni di dosi; le prime in arrivo nel Paese già nei prossimi giorni.

Via libera dell’Ente di controllo

Il governo britannico e i suoi consulenti scientifici prevedono che il vaccino raggiunga la maggior parte della popolazione a partire dal periodo di Pasqua. Lo ha detto oggi alla Bbc il ministro della Sanità del governo di Boris Johnson, Matt Hancock, dopo il via libera dell'autorità di regolazione e controllo del Regno: “Sono adesso fiducioso che dalla primavera, da Pasqua in avanti, le cose andranno meglio e che avremo un'estate migliore nel 2021”, ha affermato Hancock. Il numero uno del servizio sanitario nazionale del Regno (Nhs), Simon Stevens, ha assicurato che il sistema degli ospedali e degli ambulatori pubblici è pronto ad avviare “la più grande campagna di vaccinazioni nella storia del Paese”.

Loading...

La comunità scientifica: “Non abbassare la guardia”

L'entusiasmo si unisce alla prudenza anche nel mondo medico scientifico. Il professor Danny Altman, immunologo all'Imperial College di Londra, parla di momento “importantissimo” ed elogia lo sforzo “eroico” compiuto dai ricercatori per poter arrivare alla “prima approvazione in emergenza dell'uso di un vaccino davvero efficace”. Il professor Chris Whitty, chief medical officer dell'Inghilterra, avverte tuttavia che serviranno alcuni mesi di vaccinazioni per ottenere un risultato d'insieme e che, nel frattempo, “non si deve ancora abbassare la guardia” delle restrizioni e delle cautele in vigore. L'approvazione della Gran Bretagna del vaccino della BioNTech-Pfizer contro il Covid-19 segna un “momento storico” nella battaglia contro la pandemia. E' quanto ha affermato l'amministratore delegato del gruppo farmaceutico statunitense dopo che la sua azienda ha ottenuto la prima autorizzazione del genere in Occidente. “L'odierna autorizzazione all'uso di emergenza nel Regno Unito segna un momento storico nella lotta contro il Covid-19”, ha detto Albert Bourla, Ceo di Pfizer.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti