Il trend nel Regno Unito

Londra cambia volto: più case nuove per attirare compratori asiatici

La richiesta di case d’epoca langue. La selva di gru prepara abitazioni per acquirenti non europei che preferiscono gli appartamenti nelle torri moderne

di Nicol Degli Innocenti


default onloading pic
St William, Prince of Wales Drive, Lifestyle

3' di lettura

Sta già emergendo la Londra del dopo-Brexit, che sarà meno europea ma ancora più internazionale. I segnali si vedono anche nel mercato immobiliare: nel settore lusso, ristagna la richiesta di case d’epoca nei quartieri storici del centro, tradizionalmente preferiti dagli europei, mentre vola la domanda di appartamenti di nuova costruzione, privilegiati soprattutto da acquirenti asiatici.

Cambia la skyline e cambia il mercato. Il numero di palazzi e grattacieli in costruzione a Londra, una selva di gru nel cielo della capitale, fa pensare a un possibile eccesso di offerta, ma non è così. La domanda dall’estero c’è, soprattutto da acquirenti asiatici particolarmente favoriti dal cambio. L’indebolimento della sterlina dopo il referendum sulla Ue è stato un ulteriore incentivo ad acquistare.

«Molti asiatici preferiscono essere i primi abitanti di un appartamento supermoderno, perfettamente isolato, efficiente in termini di energia, verde, sicuro e dotato di portiere e parcheggio sotterraneo -, spiega un agente immobiliare londinese -. Apprezzano meno lo charme di una casa d’epoca con pavimenti che scricchiolano e spifferi dalle finestre».

Qualche esempio: i 360 appartamenti della Damac Tower a Vauxhall, il primo complesso residenziale griffato Versace in Europa, sono quasi tutti venduti anche se le due torri di 50 e 24 piani sono ancora in costruzione. Le vendite off-plan, con prezzi dalle 850mila sterline a 14 milioni per gli attici, sono partite in Malaysia e in Medio Oriente. Damac aveva già collaborato con Versace per gli interni di due palazzi a Gedda in Arabia Saudita e a Beirut in Libano.

Damac Tower a Vauxhall

Poco lontano da Vauxhall, vicino al Tamigi e alla Battersea Power Station in fase di rigenerazione, sta avendo grande successo di vendite Prince of Wales Drive di StWilliam, un complesso di palazzi residenziali di 10-12 piani intorno a un giardino comune con un totale di 955 appartamenti.

St William, Prince of Wales Drive, Lifestyle

Prince of Wales Drive ha un’eleganza più sobria e un look più industriale e punta sulla tecnologia: non servono chiavi per gli ascensori biometrici e le porte touchscreen. Altro elemento importante è la luce: ogni appartamento ha un balcone o terrazza coperta abitabile e finestre a tutt’altezza. I prezzi partono da 700mila sterline e resta disponibile solo qualche appartamento a Bowden House, ultimo dei palazzi a essere completato.

Anche di là dal fiume è quasi del tutto sold out Clarges Mayfair di British Land, rarissimo palazzo di nuova costruzione nel cuore di una zona d'epoca e affacciato su Piccadilly e sul verde di Green Park.

Clarges Mayfair

Clarges punta decisamente sul lusso con materiali come marmo e onice e tappeti di seta e ha molte caratteristiche di un hotel a cinque stelle, con un ingresso spettacolare dominato da una cupola di vetro intarsiato e una zona benessere con colonne e una piscina di 25 metri, un record per un complesso residenziale privato a Londra. Acquirenti soprattutto internazionali hanno investito milioni in un indirizzo di prestigio e un progetto unico con solo 34 appartamenti.

I nuovi immobili di lusso sono molto richiesti ma potrebbero essere anche un buon investimento. I dati dimostrano che i prezzi degli immobili di nuova costruzione sono aumentati più dei prezzi delle case d’epoca dalla data del referendum a oggi.

Secondo uno studio di Stone Real Estate, le case nuove sono salite del 9,9% contro il 6% per le case esistenti in Gran Bretagna. A Londra dal 2016 a oggi le case d’epoca hanno registrato un calo del 2,1%, mentre le case nuove hanno resistito, aumentando dell’1,6 per cento. Nella City londinese il divario è ancora maggiore (+26,1% per i nuovi immobili contro il +13,6% per immobili esistenti).

«I dati dimostrano che le case di nuova costruzione sono stati il migliore investimento in mattoni degli ultimi anni -, commenta Michael Stone, ceo di Stone Real Estate -. Nonostante le incertezze degli ultimi anni relative a Brexit, questi immobili hanno mantenuto e anzi aumentato il loro valore».

Gli agenti immobiliari prevedono un boom di acquisti a inizio 2020, appena Brexit sarà confermata con l’approvazione dell’accordo di recesso da parte del Parlamento e prima dell’imposizione della tassa di stamp duty aggiuntiva del 3% per gli acquirenti stranieri annunciata dai Conservatori.

Scenderanno in campo soprattutto i super-ricchi, che stavano alla finestra aspettando il risultato delle elezioni perché temevano una vittoria dei laburisti con i loro piani di aumento delle tasse. Il trionfo dei Conservatori li ha rassicurati e le previsioni per il prossimo anno sono del primo aumento dei prezzi a Londra dal referendum del 2016.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...