immobiliare per i risparmiatori

Londra, si temono altri riscatti nei fondi real estate dopo il caso M&G

Nell’ultimo anno i riscatti per i fondi immobiliari destinati alla clientela privata avrebbero superato quota 2,5 miliardi di sterline. Congelato negli ultimi giorni un prodotto di MG

di Paola Dezza


default onloading pic

1' di lettura

Un trend in crescita che mese dopo mese vede aumentare i riscatti dai fondi real estate del Regno Unito. Due giorni fa ha fatto scalpore la scelta del gestore M&G di sospendere le richieste di restituzione del capitale di un fondo da 2,5 miliardi di sterline per via di una serie di richieste di rimborso (si vocifera un miliardo nell’ultimo anno), dettate molto probabilmente dai timori di una Brexit che non decolla.

M&G ha fatto sapere di non riuscire a vendere gli asset immobiliari – una novantina in tutto nel Regno Unito, tra cui uffici e retail park - in tempo per seguire il ritmo delle richieste dei sottoscrittori di uscire dal fondo. Pertanto i sottoscrittori non potranno né acquistare né vendere quote del fondo.
I riscatti sono saliti dai 179 milioni di sterline di settembre ai 251 milioni di novembre. In tutto le stime propendono per un valore complessivo di riscatti tra 2,5 e 3 miliardi di sterline.

Circa 60 milioni di sterline di riscatti hanno interessato negli ultimi giorni Aberdeen UK Property fund, riporta The Times. Il fondo avrebbe ricevuto riscatti per oltre 770 milioni negli ultimi 12 mesi.
Il contagio è vicino? Secondo alcune fonti ci sarebbero timori di nuovi blocchi, perché anche altri fondi hanno visto ridursi la liquidità per via delle richieste di rimborso.

Contagio che sarebbe stato causato dal fatto che una buona porzione di tali fondi investe nel segmento retail, oggi il settore del real estate sotto i riflettori per i timori di crisi, indotta dall'esponenziale crescita dell’ecommerce.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...