Laboratorio di storytelling digitale

Long form: al master di Giornalismo un viaggio nella sostenibilità ambientale da Nord a Sud

Piccole e grandi storie presentate alla 24Ore Business School che dimostrano come i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 siano già in molti casi azioni concrete

3' di lettura

Un viaggio in Italia da Nord a Sud. La sostenibilità calata nelle pratiche quotidiane di cittadini, associazioni, imprese. Piccole e grandi storie che dimostrano come i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile contenuti nell’Agenda 2030 dell’Onu siano già in molti casi azioni concrete in grado di attivare il cambiamento in termini economici, sociali ed ecologici. In altri rappresentano una chiara fonte di ispirazione per il prossimo futuro, all’insegna della green economy, della rigenerazione urbana e della rinascita delle comunità. Lo hanno raccontato nei project work di fine corso i 25 studenti del Master in Giornalismo multimediale politico economico della 24ore Business School di Roma, gruppo che opera da oltre 25 anni nel mercato dell’education e della formazione manageriale.

Giornalismo e long form: viaggio in Italia per parlare di sostenibilità

Il laboratorio multimediale

Nell’ambito del laboratorio multimediale, coordinato dalle giornaliste Nicoletta Cottone e Donata Marrazzo, gli allievi hanno preso in esame i goal definiti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e hanno costruito intorno al tema del cambiamento i loro longform. Tutti insieme raccontano, attraverso nuovi linguaggi un percorso inedito in Italia, nelle grandi città, nelle periferie, nei borghi, fra le buone pratiche di piccole e medie imprese. Da Torino a Vibo Valentia, da Brescia a Bari. Dalle Dolomiti allo Ionio. Dai fondi del Pnrr ai progetti dal basso.

Loading...

I project work premiati

Maggiori competenze, più strumenti e nuove sensibilità: «I lavori presentati - sottolineano Nicoletta Cottone e Donata Marrazzo - sono la testimonianza di una professione che cambia, che tiene conto delle profonde innovazioni che hanno investito e modificato gli scenari del giornalismo a livello globale». Fra gli storytelling premiati, quello di Ilaria Vallerini, un progetto dedicato all'agricoltura sociale: “Orti etici, socialità e benessere nelle terre di Pisa”. Matteo Zanetti ha parlato di cultura e riqualificazione urbana e sociale con il longform “Brescia, un teatro al centro della comunità”. Sul podio anche Concetta Schiariti che attraverso le dichiarazioni di Silvio Greco, direttore della Stazione zoologica Anton Dohrn, istituto di ricerca nel campo della biologia marina e dell’ecologia, ha fatto il punto sulle condizioni del mare, “resiliente nonostante tutto”, come recita il titolo del suo lavoro multimediale. Premiata anche per la videoanimazione. Con un podcast suggestivo Edoardo Pastorino ha parlato di digital divide raccontando la storia di Giulio, che a Scansano, piccolo comune della provincia di Grosseto, non aveva accesso a Internet. Finché non è arrivato Eolo, società di telecomunicazioni che porta la connessione lì dove non arriva. Bella storia quella documentata in un video di Elena Giovannini su Parrano, borgo smart dell’Umbria. Miriam Viscusi ha sintetizzato il tema del turismo sostenibile a Venezia ed è stata premiata per l’esaustiva infografica che ha prodotto, mentre Giada Scotto ha raccontato per immagini, con fotografie di forte impatto, le attività dei volontari di Arca, che sostengono i diseredati del colonnato di San Pietro a Roma.

Le menzioni speciali

Menzione speciale a Manuel Ferrara per lo storytelling su Earthfront, startup “acchiappa plastica” e per Alice Dominese, che ha raccontato una originale storia di cultura e comunità con il suo “Costruire portinerie, abbattere muri. La storia de Lo Spaccio di Cultura”. E anche a Silvia Balloni che ha raccontato in video pillole l’Oasi di Sant’Alessio con Vialone. Forte il tema affrontato da Michela Cilenti con “Peter Pan Odv: L’isola-Che-C’è per i piccoli pazienti oncologici e le loro famiglie”. D'impatto il racconto multimediale di Chiara Nobis “Green Dolomites”. Emozionante il “Pacco Amico” di Cristina Mantovani.

Il master riparte il 26 maggio

Il master Giornalismo multimediale politico economico della 24ore Business School, coordinato dai giornalisti del Sole 24 Ore Fabio Carducci e Nicoletta Cottone, riparte con una nuova edizione il 26 maggio 2022. Sono aperte le iscrizioni e a disposizione degli allievi ci sono due borse di studio gratuite. I corsi sono erogati in formule conciliabili con l’attività lavorativa: si può scegliere se seguire le lezioni in aula, nella sede di Roma presso il Centro Convegni Villa Palestro (Via Palestro 24), oppure in live-streaming.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti