ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDistribuzione

Longines punta ai 2 miliardi di franchi di ricavi entro il 2025

di Paco Guarnaccia

2' di lettura

In Italia per presentare le prime novità dell’anno, il ceo di Longines Matthias Breschan ha sottolineato che «un brand forte come il nostro non risente troppo di tempi difficili. Sono arrivato in azienda nel luglio 2020 e già da agosto eravamo stati in grado di superare, soprattutto in alcune località estive, il turnover del 2019 che, peraltro, era stato il nostro anno record. Alla fine del 2020 non abbiamo recuperato le perdite dei primi due trimestri, ma abbiamo chiuso poco sotto rispetto al 2019. Lo stesso vale per il 2021, in cui diversi Paesi hanno sofferto gli effetti della pandemia». Riguardo al futuro, Breschan si augura un 2022 positivo e guarda oltre: «Nel 2025, secondo le nostre proiezioni, avremo un turnover di circa 2 miliardi di franchi svizzeri». Cifra che, leggendo le stime dell’ultimo report di Morgan Stanley in collaborazione con LuxeConsult sembra vicina. La ricerca dice che Longines è nel ristretto club dei sette brand che nel 2021 ha segnato vendite oltre il miliardo di franchi: nello specifico, poco più di 1,5 miliardi, con circa 1,8 milioni di pezzi venduti (+34% sul 2020).

Tra i prodotti, il lancio più importante finora è il Longines Spirit Zulu Time (Zulu nell’alfabeto del codice Icao assegnato dall’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile corrisponde alla lettera Z che, per l’aviazione militare è quella del fuso orario del tempo coordinato universale). Si tratta di un modello in tre versioni (cambiano i colori di quadrante e lunetta), tutte con cassa in acciaio con bracciale o cinturino in pelle, animato da un nuovo movimento automatico che permette la lettura di un secondo fuso orario, utilizzando una lancetta supplementare che segue le 24 ore e la lunetta girevole graduata sulle 24 ore.

Loading...

Una specialità tecnica in cui Longines ha una lunghissima tradizione: «In totale oggi abbiamo circa 800 referenze. Prima erano 1.200. Puntiamo molto anche sui modelli femminili, che sul mercato globale per noi hanno lo stesso peso dei maschili», puntualizza il ceo. Che chiude parlando di distribuzione: «Collaboriamo con negozi multimarca di grande qualità posizionati in location strategiche delle città più importanti del mondo. Non siamo interessati ad aprire nostre boutique dove, come ad esempio in Italia, abbiamo partnership soddisfacenti. L’e-commerce, nostro e dei nostri partner, è aumentato e per noi vale tra il 5 e il 10% delle vendite».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti