Distribuzione

Longino & Cardenal apre un e-commerce di «cibi rari» dedicato ai ristoratori

Sul portale oltre 2mila referenze, il 98% delle quali in esclusiva selezionati in base a grado di innovazione e sostenibilità

di Maria Teresa Manuelli

3' di lettura

A due anni dal lancio dello shop rivolto ai consumatori privati Longino & Cardenal, azienda specializzata nella selezione e distribuzione di cibi rari, rafforza la propria strategia digitale con uno shop online, accessibile dal portale longino.it, dedicato ai ristoratori e a supporto dei canali di vendita tradizionali. I clienti avranno la possibilità ̀ di navigare all’interno di un catalogo di oltre 2mila referenze, il 98% delle quali in esclusiva.

«È la prima proposta di questo genere al servizio dei ristoratori. Questo nuovo canale di vendita – commenta Riccardo Uleri, amministratore delegato e socio di maggioranza di L&C – ci inserisce in un mercato dalle enormi potenzialità̀ caratterizzato da una significativa crescita sia da parte di compratori italiani che esteri, anche in relazione all’attuale contesto di mercato mutato con il Covid19. Pensiamo di poter dare un maggiore servizio al cliente che può ordinare in qualunque momento della settimana e della giornata, a seconda delle sue esigenze: accedere a un portale, vedere disponibilità, quantità e prezzi dei prodotti rende più semplice le operazioni di ordine. Ai nostri agenti rimarrà invece la parte strategica della vendita: cercare nuovi clienti, illustrare i prodotti e creare insieme il menu».

Loading...

Il progetto di rafforzamento e ampliamento del canale e-commerce, si inserisce in una visione strategica più ampia di digitalizzazione con un team dedicato gestito da Vincenzo Cannata, già nominato e-commerce director con ampia esperienza sul digital marketing ed e-commerce. Il nuovo shop online verrà periodicamente ampliato con nuovi prodotti e offerte per i clienti, al fine di rafforzare il legame con il ristoratore e al contempo sviluppare soluzioni efficienti a livello aziendale.

Longino & Cardenal ha annunciato la novità durante l’annuale convention della forza vendita, tenutasi presso l’Università̀ di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, di cui è diventato anche socio sostenitore: una veste che prevede una partecipazione attiva alla vita dell'Ateneo attraverso il supporto delle attività̀ di ricerca e la condivisione dell'impegno e delle strategie, per costruire nuovi scenari sostenibili di produzione e di consumo del cibo a livello nazionale ed internazionale.

«Sono ottimista sul 2022 – dichiara Uleri –, nonostante i primi due mesi non brillanti, perché si comincia a vedere un futuro roseo sul versante Covid19 e nonostante l’incognita della guerra». Un anno che si spera in ripresa per l’azienda lombarda, dopo lo shock del 2020 - in cui i ristoranti sono stati quasi sempre chiusi - che aveva visto un calo del fatturato del 50% e un 2021 ancora incerto.

Come ogni anno, i protagonisti dell'incontro sono stati i nuovi fornitori, selezionati personalmente da Uleri. Sono sei gli ingressi a catalogo d'eccellenza, dal tonno rosso premium di Fuentes al granchio reale di MS Donna, dagli oli di Centumbrie a quelli della Tenuta Chiaramonte, dalle ostriche Marconil alle erbe e fiori di Alpin Herbs.

«Anche in questi anni così difficili – spiega l’ad – non ci siamo mai fermati, portando avanti un grande lavoro di ricerca. Appena possibile abbiamo ricominciato a viaggiare, per individuare nuove materie prime rare e preziose da inserire tra le nostre proposte per i ristoratori e per il nostro pubblico di appassionati gourmet. Il nostro obiettivo è quello di individuare quei produttori in grado di garantire innovazione e sostenibilità».

Longino&Cardenal, con sede operativa in Italia, è presente ad Hong Kong, Dubai e New York con una rete di circa 80 agenti. Conta oltre 5mila clienti, annoverando l'80% dei ristoranti stellati nei mercati di riferimento, e circa 100 fornitori strategici.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti