Sportive

Lotus Emira, l'ultima della specie termica verso il debutto

E' la prima nuova auto prodotta da Lotus negli ultimi 12 anni, ma è anche una sorta di celebrazione dei modelli storici del brand inglese ala vigilia di un futuro esclusivamente elettrificato

di Corrado Canali

2' di lettura

La nuova Emira, questo il nome dell'ultima Lotus a motore a combustione interna verrà svelata il 6 luglio e punta a fare rivivere lo spirito della Esprit, oltre a dare insieme all'hypercar elettrica Evija il via a un'importante offensiva di prodotto nell'ambito del programma Vision 80. I futuri modelli del brand inglese di proprietà dei cinesi di Geely saranno, infatti, basati su quattro nuove piattaforme, inclusa quella premium che sarà la base del primo suv Lotus e un'altra per le auto sportive solo elettriche. Si era ipotizzato che l'Emira disponesse di un powertrain ibrido, ma sarà offerta soltanto con dei motori a benzina, fra cui un potente V6 di 3.500 cc di stretta derivazione Toyota.

Il canto del cigno del motore a benzina

La Emira, sul piano dell'alimentazione, rappresenta il canto del cigno dell'era in cui la Lotus nacque, mentre tutti i nuovi modelli che arriveranno dopo saranno elettrici. L'ultima Lotus a benzina nasce su un'architettura flessibile e leggera che beneficia della tecnologia in alluminio sviluppata dalla stessa Lotus.Sebbene la realizzazione della piattaforma sia stato completamente dializzato nel Regno Unito, le nuova Emira verrà prodotta in un nuovo stabilimento Lotus a Wuhan, in Cina e da lì esportata in tutto il mondo.

Loading...

Quattro centri per lo sviluppo delle nuove Lotus

Alla tradizionale sede di Ethel che ospita anche il Lotus Advanced performance center, dove tutte le sportscar del marchio britannico sono disegnate e ingegnerizzate, e dove sono anche assemblate, oggi, grazie alla partecipazione di Geely, si affiancano altri tre centri tecnici. Annunciato già lo scorso anno, il Lotus Advanced technology sorge nel campus dell'università di Warwick, nelle Midlands e qui si svilupperanno i sistemi ad alta tensione per le elettriche. A cui si aggiungono i Geely innovation a Goteborg, in Svezia e il sito di ricerca e sviluppo Gatd, Geely auto technical Deutschland a Francoforte, in Germania.

Prestazioni al top anche per le elettrificate

Alla Lotus fanno sapere che anche in futuro il brand rimarrà impegnato a concentrarsi sulle prestazioni sia pure nell'ambito della rivoluzione elettriche che lo vedrà protagonista. Questo sarà uno dei valori fondamentali del marchio, insieme a tecnologia intelligente e alla sostenibilità. Lotus promette che le sue auto continueranno ad essere sviluppate concentrandosi sulla mission innovativa del marchio, sul design unico, sull'aerodinamica avanzata e sulle qualità di guida e sulla loro maneggevolezza di tutte le vetture Lotus.

Più tecnologia sotto il cofano delle future Lotus

Il brand in compenso aumenterà la tecnologia che offriranno i suoi nuovi modelli, compresi i propulsori elettrificati e le nuove interfacce con utente, promettendo che tutti i sistemi saranno sempre incentrati sulla semplicità. Lotus ha anche annunciato l'intenzione di rinnovare in occasione del lancio della Emira la rete di vendita, con showroom rinnovati e una strategia che diventerà più in sintonia coi sistemi di oggi compresa la vendita online. Un viaggio del futuro, insomma, che farà cambiare pelle allo storico marchio inglese grazie ai cinesi di Geely e alle loro grandi potenzialità di sviluppo

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti