ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAziende di famiglia

Lubiam punta su digitale e partnership per crescere

Dall’export il 45%

di Marika Gervasio

2' di lettura

Prevede di ritornare ai livelli preCovid quest’anno Lubiam, sull’onda dell’aumento di fatturato del 60% che sta registrando attualmente rispetto al 2021 e grazie anche al buon andamento dell’export, che incide per il 45% sui ricavi, nonostante in alcune aree geografiche siano in corso momenti piuttosto difficili. «I mercati principali in questa ultima stagione sono gli Stati Uniti e il Canada, ma anche la Svizzera è in significativa crescita» spiega Edgardo Bianchi, amministratore delegato e direttore amministrativo e finanziario dell’azienda mantovana, che racconta come Lubiam sta affrontando le criticità del momento.

«Naturalmente abbiamo supportato i nostri numerosi clienti ucraini offrendo loro la nostra vicinanza e la nostra massima disponibilità. Sul fronte dei rincari delle materie prime stiamo contenendo al massimo l’impatto sui prezzi e riducendo quindi i nostri margini. Per quanto riguarda i rincari energetici, grazie agli investimenti strategici effettuati negli ultimi anni, stiamo riuscendo a gestire la situazione in modo ottimale: questo sia grazie alla scelta del fotovoltaico (nella nostra sede mantovana abbiamo infatti realizzato un impianto di nuova generazione su quasi 3mila mq), sia adottando misure per ridurre i consumi e aumentare l’efficientamento energetico».

Loading...

I progetti in corso sono molti. «Nell’ultimo biennio abbiamo intrapreso una serie di azioni mirate ad ampliare il business sia in Italia che all’estero - aggiunge l’ad - come ad esempio il lancio del nuovo sito e-commerce B2C lbm1911.com e la collaborazione con lo stilista Gabriele Pasini: una strategia che si sta rivelando vincente e che si sta traducendo in ottimi risultati di crescita. Nell’ultimo semestre abbiamo messo a punto un significativo piano di investimenti sul fronte digital: dopo aver completato il restyling della nostra presenza online con il sito istituzionale lubiam.it e il lancio di luigi-bianchi.com che va a completare la vetrina dedicata ai nostri marchi, siamo pronti a lanciare delle campagne web e social mirate, in Italia e negli Usa».

E aggiunge: «Tra le più importanti iniziative speciali in corso c’è la collaborazione con l’artista e tatuatore Pietro Sedda, con il quale abbiamo realizzato una speciale capsule collection con il brand L.B.M. 1911, in edizione limitata, per celebrare i 111 anni della nostra azienda. La campagna vendite PE 23 ha avuto un esordio davvero entusiasmante, per le collezioni Luigi Bianchi Cerimonia e Luigi Bianch Flirt: siamo già rispettivamente a +45% e a +35% rispetto all’anno precedente. Abbiamo infine presentato in questi giorni le nuove collezioni PE 23 e abbiamo aspettative altrettanto elevate sull’accoglienza da parte dei nostri clienti».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti