MOTORSPORT

Luca Rossetti ed Eleonora Mori saranno l’equipaggio ufficiale di Citroën Italia per il Campionato Italiano Rally 2019.

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

Dopo la vittoria di Citroën Racing al Rallye Monte-Carlo, arriva un'altra notizia tanto attesa: l'equipaggio ufficiale che correrà nel Campionato Italiano Rally 2019.
La scelta di Citroën Italia è ricaduta su Luca Rossetti, pilota friulano che vanta una notevole esperienza internazionale. Nel suo palmarés ci sono, infatti, quattro successi parziali nell'Intercontinental Rally Challange e sette nell'Europeo, campionato che si è aggiudicato tre volte, stabilendo un vero e proprio record. Nel 2012 ha conquistato il Campionato turco. In campo nazionale Luca Rossetti si è aggiudicato il Campionato Italiano Rally 2008 con una vettura di Groupe PSA, “navigato” da Matteo Chiarcossi.

Sul sedile di destra della C3 R5 ufficiale di Citroën Italia siederà Eleonora Mori. Classe 1990, la giovane navigatrice ha già all'attivo 46 gare e ha debuttato come co-driver al Rally dei Mastini del 2011 (diciassettesimo posto assoluto).
La sua prima vittoria assoluta è al Rally Piancavallo del 2015 con una vettura di Groupe PSA, quando inizia il fattivo sodalizio con Luca Rossetti.
Luca ed Eleonora si conoscono al Monza Rally Show nel 2014. Si ritrovano casualmente a fare un Test in quel di Brescia quando il pilota Pordenonese è già 3 volte campione Europeo, Turco e Italiano. Da lì, dopo alcuni test e varie prove, si ritrovano a vincere il Rally di Piancavallo nell'agosto 2015 con una Peugeot 208 T16. Dopo questo episodio, inizia per Eleonora il percorso di apprendimento per imparare a stare a fianco del pluricampione. La navigatrice vicentina viene istruita per sostituire il fido navigatore di Luca per 14 anni, Matteo Chiarcossi e dal 2016 lo affianca stabilmente.
La grande attesa: C3 R5

Rallye Monte-Carlo, tutte le foto piu emozionanti

Rallye Monte-Carlo, tutte le foto piu emozionanti

Photogallery58 foto

Visualizza

La C3 R5 che Citroën Italia schiererà nel CIR 2019 per Luca Rossetti e Eleonora Mori è stata messa a punto dai tecnici di Citroën Racing grazie anche alla partecipazione ad alcune prove del WRC-2 della scorsa stagione.
Il motore è un quattro cilindri di 1.6 litri disposto trasversalmente, con distribuzione a doppio albero a camme in testa e 16 valvole, iniezione diretta Magneti Marelli e turbocompressore con flangia in aspirazione di 32 mm. Il risultato è una potenza di 282 CV a 5000 giri/min, con coppia massima di 420 Nm (a 4000 giri/min).

La trazione è integrale permanente con i differenziali anteriore e posteriore autobloccanti, cambio sequenziale Sadev a cinque rapporti con comando manuale a leva e frizione a doppio disco in materiale cerametallico.
Le sospensioni sono di tipo McPherson con ammortizzatori regolabili mentre l'impianto frenante è dotato di pinze a quattro pistoncini e dischi autoventilanti da 300 mm di diametro in assetto terra e 355 mm su asfalto, sia all'anteriore che al posteriore.
L'auto monta cerchi da 18” su asfalto e da 15” su terra per pneumatici Pirelli.
La preparazione e l'assistenza in gara della vettura è affidata alla struttura di Fabrizio Fabbri, storico partner nelle vittorie del Groupe PSA Italia nei rally.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...