INNOVAtion center

Luce, rumore, ossigeno: Elmec rilancia con l’edificio “smart”

di Luca Orlando


default onloading pic

2' di lettura

Si prevede pioggia? Allora la riunione in area esterna è dirottata altrove. L’ufficio è vuoto? Le luci si spengono, inutile sprecare energia. E poi energie rinnovabili, misuratori di C02, persino sensori che segnalano nelle aree comuni il superamento di una soglia di rumore accettabile, invitando i presenti ad abbassare i toni.

Sono le caratteristiche del nuovo Innovation Center di Elmec Informatica, dieci milioni di investimento per uno spazio che a regime verrà utilizzato da 200 addetti e che andrà a supporto del quartier generale ospitando parte dell'ecosistema di imprese del gruppo: Elmec Informatica, Elmec Solar, Everynet, Eolo. Edificio da 2200 metri quadri risultato di un lavoro avviato un anno fa con l’abbattimento del fabbricato esistente.

«Dal 2016 - spiega il Presidente di Elmec Informatica Rinaldo Ballerio, -abbiamo investito 80 milioni di euro in ricerca e sviluppo, in iniziative per il territorio, per la formazione di nuovi talenti, oltre che in infrastrutture che potessero far comprendere alle aziende i vantaggi della trasformazione digitale. Per questo, a un anno di distanza dall'inaugurazione del Laboratorio di Elmec 3D abbiamo sviluppato un Innovation Hub. Intendiamo così proporre all'ecosistema produttivo, un nuovo paradigma di struttura aziendale abilitato dal digitale in grado di coniugare sostenibilità ambientale e sostenibilità nella gestione del lavoro, agevolando la collaborazione e l'attività quotidiana con le tecnologie più avanzate».

Il centro fa uso a piene mani di tecnologie domotiche e legate alla sostenibilità. Dispone ad esempio di un'illuminazione bio adattiva che gestisce i livelli di intensità della luce e di temperatura di colore delle sale meeting per migliorare le prestazioni. Così come di sensori di rumore installati nelle aree comuni che avvisano i presenti del superamento della soglia tollerabile, o ancora rilevatori di CO2 che premettono di impostare automaticamente i sistemi di areazione dell'edificio.
Grazie ai device IoT integrati nella piattaforma l'edificio potrà inoltre determinare autonomamente se una sala è già occupata e da quante persone , eliminando in automatico una prenotazione quando la sala non viene occupata entro i primi 15 minuti.
Sul tetto è poi installata una stazione meteorologica in grado di rilevare parametri climatici al fine di verificare le condizioni meteo degli ambienti di lavoro esterni. Sistema in grado di dialogare con il tool per la prenotazione delle sale per segnalare la possibilità di svolgere o meno riunioni nella zona outdoor, a seconda delle condizioni climatiche.
«Tutte le postazioni di lavoro del nuovo building - spiega Alessandro Ballerio, Amministratore Delegato di Elmec - sono pensate per chi lavora in mobilità, con strumenti tecnologici che permettono di essere produttivi in ogni situazione. Gli smart worker, che in Italia sono ormai quasi 500.000, rappresentano una componente imprescindibile per la nuova forza lavoro. Per questo abbiamo sviluppato un ecosistema aziendale e tecnologico che risponde a queste nuove esigenze, dove testare le soluzioni che proponiamo alle aziende».
L’area di Elmec Informatica (poco meno di 700 addetti per un fatturato di 258 milioni di euro nelle soluzioni It per le aziende) dispone inoltre di sensori di parcheggio, rilevatori di umidità delle fioriere, smart bin in grado di quantificare i consumi dell'azienda, colonnine di ricarica per auto elettriche e 228 pannelli fotovoltaici ad alta efficienza.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...