ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùaccessori di stile

Luciennebag, i tessuti d’arredo si trasformano in pochette e clic clap bag

Un hobby che si trasforma in una attività per tutta la famiglia, dalla mamma che ricerca i tessuti, alle figlie che si occupano di fotografie e marketing fino al nonno che gestisce la parte grafica

di Paola Dezza

2' di lettura

Un brand creativo per il tempo libero, adatto a occupare gli spazi lasciati liberi da un lavoro impegnativo nel mondo della giurisprudenza. È così che nasce Luciennebag, dal bisogno di ritagliarsi spazi di creatività per fare volare la mente lontano dagli impegni quotidiani e per coinvolgere le proprie figlie in una passione comune. Così la creatrice del brand, che preferisce restare anonima, racconta la propria avventura. «Perché abbiamo iniziato? Confesso che non lo ricordo - dice -, durante il lockdown è nata l’idea, scaturita dal pensiero che la crisi, quando incombe, è solo un’opportunità».

Così un acquisto ingiustificato di stoffe di occasione, in un sabato pomeriggio che doveva essere dedicato ad altro, si è trasformato in Luciennebag.

Loading...

Una mamma libera professionista, tre figlie adolescenti, una zia occupata part-time ed un nonno ottantenne, appassionato di computer ed in grado di concorrere con il migliore dei grafici.

La creatività prende forma con alcuni modelli di borse che si rifanno a una moda retrò. Si tratta delle borse clic clac, modelli di altri tempi, dei tempi delle nostre nonne.

Borse che vengono realizzare da un artigiano esterno, in Italia. Da subito, grazie alle pagine Instagram le borse conquistano la clientela, e gli ordini arrivano dall’Italia, ma anche da Parigi e dalla Danimarca.

Una task force famigliare segue l’iter di produzione, marketing e spedizione. Le ragazze si occupano delle fotografie e della grafica Instagram, la mamma della ricerca dei tessuti, il nonno delle foto in bianco e nero e la zia degli ordini e delle spedizioni. Un motivo di coesione della famiglia.

«Scegliamo solo tessuti d’arredo di pregio - dice ancora la creatrice -, ci impegniamo costantemente nella ricerca online dei siti di vendita di chiusure per borse. E poi i miglioramenti arrivano a piccoli step: le foto, l’idea della collezione invernale ed estiva, il packaging, le etichette».

I modelli si possono sviluppare insieme alla cliente, che può assemblare un design tutto suo: dalla stoffa, alla chiusura, alla catena. «Instragram è un mondo virtuale di persone vere e quindi l’aspetto umano è meraviglioso - racconta -. C’è che mi chiede di ripensare insieme alla borsa perché non ci ha dormito la notte e perché non sa se farla in un modo o nell’altro, c’è chi mi lascia i vocali per farmi sapere le ispirazioni emotive che la mia borsa provoca in lei».


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti