ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùpiazza Affari

Oggi «mezzo» Ftse Mib stacca la cedola, Intesa Sp la big più generosa

di Stefania Arcudi e Andrea Fontana


Nelle sale operative di Mts, dove si forma lo spread

2' di lettura

Lunedì 20 maggio è l' «ex-dividend date» per la metà dei titoli del Ftse Mib: 20 società su 40 del paniere staccheranno la cedola agli azionisti per un monte dividendi complessivo di circa 11,5 miliardi di euro. L'operazione comporterà un ribasso tecnico pari al 2,08% in apertura sul Ftse Mib. Il calcolo esclude l'impatto della cedola straordinaria che sarà staccata da Fiat Chrysler Automobiles sempre lo stesso giorno e pari a 2 miliardi (1,3 euro per azione) originato dalla positiva conclusione della cessione di Magneti Marelli a Calsonic Kansei Corporation. Riconosce un rendimento vicino al 10% in termini di rapporto tra cedola e prezzo di Borsa. Considerando anche Fca sono dunque 21 le società interessate.

GUARDA IL VIDEO. Nelle sale operative di Mts

Intesa Sanpaolo la più generosa
L'assegno più sostanzioso sarà quello di Intesa Sanpaolo che distribuirà agli azionisti complessivi 3,45 miliardi di euro seguito da quelli di Eni (che pagherà questa volta il saldo dopo l'acconto di autunno) e Generali, intorno agli 1,4 miliardi. Escludendo quello di Fca, il primato del dividend yield spetta a Intesa Sanpaolo (9,05%) seguita da vicino da Azimut Holding (del 7% circa considerando solo la parte cash della cedola). Ai prezzi attuali sfiora il 6% Unipolsai e si posizionano sopra il 5% Generali e la controllata Banca Generali.

Poi appuntamento al 24 giugno
Quello di lunedì sarà il secondo appuntamento di rilievo con i dividendi di Piazza Affari della primavera 2019, dopo la prima tranche del 23 aprile, e sarà poi seguito da quella del 24 giugno con Poste, Terna, Snam, Hera ed Exor. L'elenco delle 21 società che distribuiranno lunedì è composta da A2a, Amplifon, Atlania, Azimut, Banca Generali, Bper, Buzzi Unicem (che remunererà anche le risparmio), Diasorin, Eni, Fca, Generali, Intesa Sanpaolo, Italgas, Leonardo, Moncler, Pirelli, Ferragamo, Tenaris, Ubi, Unipol e Unipolsai.

I DIVIDENDI 2019 DELLA BORSA ITALIANA

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...