MODA

Lusso ancora nel mirino delle vendite, Goldman consiglia cautela

di Eleonora Micheli


default onloading pic
(REUTERS)

1' di lettura

Titoli del lusso ancora nel mirino delle vendite, dopo i cali della vigilia. Salvatore Ferragamo guida i ribassi delle azioni del Ftse Mib. Vano male anche le Moncler e fuori dal paniere principale sono in calo le Tod's e leAeffe, mentre tentano un timido rialzo le Brunello Cucinelli. A Parigi, invece, i titoli del lusso rialzano la testa, ma ieri avevano registrato consistenti perdite.
Gli investitori sono cauti verso le luxury companies visto che potrebbero risentire della guerra commerciale Stati Uniti-Cina e del rallentamento dell'economia globale. I conti di fine 2018, in più, potrebbero essere negativamente impattati dalle proteste dei gilet gialli a Parigi: la capitale francese è infatti una delle città più importanti per lo shopping di articoli di alto di gamma.

Ieri, comunque, a scatenare le vendite è stata Goldman Sachs, che ha dato una sforbiciata alle stime di crescita dell'intero comparto del lusso europeo. Nel dettaglio, la banca d'affari ha rivisto le attese sugli utili per il biennio 2019-2020 in seguito alle previsioni di un rallentamento del settore. D'altra parte Goldman ha emesso una raccomandazione positiva sulle azioni dei gruppi francesi e anche su Moncler. Per la società del piumino gli analisti della banca Usa hanno stimato un target price a 41 euro, livello notevolemnte più elevato delle attuali quotazioni. Hanno invece raccomandato cautela su Cucinelli e Ferragamo ('Neutral'), mentre hanno consigliato di alleggerire le posizioni su Tod's ('Sell').

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti