arredamento

Luxury Living Group accelera sul contract e amplia le partnership

di Giovanna Mancini

default onloading pic


3' di lettura

Non si può certo dire che le vendite retail non diano ottimi risultati: attualmente passa attraverso questo canale distributivo il 90% circa dei ricavi di Luxury Living Group (Llg), la holding del lusso con sede a Forlì che sviluppa, progetta e distribuisce i marchi di arredo-design Fendi Casa, Trussardi Casa, Bentley Home e Bugatti Home, Ritz Paris Home Collection, Heritage Collection, Signature Collection By Paul Mathieu e la nuova SmartLine collection appena presentata al Salone del Mobile di Milano.

Attraverso una rete di dieci showroom nelle principali metropoli del mondo, 300-400 dealer internazionali e due hub operativi a Mosca e Pechino, il gruppo registra da alcuni anni crescite a due cifre: non fa eccezione l’anno appena concluso che, con un incremento del 12% rispetto al 2015, ha chiuso con un fatturato consolidato di 120 milioni di euro, per il 98% realizzato all’estero.

«Ma il mondo sta cambiando – spiega il ceo e presidente Alberto Vignatelli – e lo spazio del retail è destinato a restringersi, mentre aumentano le attività contract». Per questo Llg, che già da tempo offre servizi con una struttura dedicata, ha deciso di accelerare su questo fronte, presentando al Salone di Milano la divisione Luxury Living Contract, che opera con 250 specialisti nelle diverse sedi internazionali del gruppo, attraverso due dipartimenti, uno (Project) dedicato alla progettazione e uno (Engineering) riservato allo sviluppo tecnico e operativo. «Forniamo il servizio completo, dal progetto alla realizzazione, fino alla consegna dei mobili – aggiunge Vignatelli – perché questo chiedono i clienti. La classe media, nel mondo, è quasi sparita e quelli che oggi possono permettersi prodotti di alta gamma vogliono progetti chiavi in mano». Di clienti così («cash rich, time poor») se ne sono visti tantissimi nei giorni del Salone: «Americani, cinesi, messicani, arabi: molti ignoravano l’esistenza di questa opportunità e ne sono rimasti entusiasti – spiega il ceo –. Abbiamo ricevuto moltissimi ordini».

Proprio lo sviluppo del canale contract è tra le priorità del programma di crescita per i prossimi tre anni: «Oggi il contract vale il 10% del fatturato – dice Vignatelli – ma penso che nel giro di tre anni arriverà al 50%». E proprio da questa crescita trarrà linfa l’espansione del gruppo nel suo complesso, che in tre anni dovrebbe raggiungere quota 200 milioni (realizzato all’estero per il 98%). «Già alla fine del 2017, tensioni geopolitiche permettendo, potremmo raggiungere i 140 milioni di consolidato – spiega Vignatelli –: i primi mesi del 2017 stanno marciando con incrementi del 15-20%».

Merito di prodotti azzeccati e ben fatti, assicura il ceo, realizzati al 100% a Forlì, nei cinque siti produttivi e laboratori (di cui due da poco rinnovati e riqualificati) dove lavorano 300 dipendenti diretti, e attraverso un indotto di artigiani e fornitori che dà lavoro nel complesso a 700 persone.

Ma il merito è anche di una strategia distributiva efficace, di servizi efficienti e di una politica di ampliamento della gamma dei marchi in portafoglio che procede a ritmo spedito, così come la crescita dei marchi stessi. «Fendi Casa è il marchio più vecchio, compie 30 anni proprio quest’anno e oggi incide più degli altri sul fatturato. Ma il su peso è destinato a diminuire», spiega Vignatelli. Ad esempio, al Salone sono andati molto bene Trussardi Casa (che ha raddoppiato gli ordini rispetto all’anno scorso) e Bentley Home, ma anche la piccola collezione Paul Mathieu.

Inoltre, è in arrivo un’altra novità: dopo la collaborazione sul fronte contract con il marchio francese Baccarat, è in fase di trattativa l’accordo per la nascita di un nuovo marchio, Baccarat Maison, prodotto da Luxury Living Group. «Se tutto va bene e riusciamo a firmare entro maggio – prevede Vignatelli – già al Maison&Objet di Parigi del 2018 potremmo presentarci con una prima collezione».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti