Test drive

Lynk & Co 01: la prova del suv ibrido che si usa in abbonamento come Netflix

Primo modello del nuovo marchio ricco di tecnologie e innovazioni. Listino da 41mila euro ma è possibile accedere alla guida con formule di sharing

di Giulia Paganoni

3' di lettura

È una novità assoluta e la curiosità non manca. 01 rappresenta il primo modello del marchio Lynk and Co, nato nel 2016 dal gruppo cinese Geely, al quale appartiene anche il noto brand svedese Volvo dal 2010.
Un marchio automobilistico Lynk & Co non si è fatto conoscere principalmente per le proprie auto, quanto piuttosto per il modello di business che rivoluziona il concetto di utilizzo dell'auto, dal possesso all'accesso mettendo a disposizione una piattaforma di sharing dell'auto con abbonamento mensile stile Netflix o Spotify rescindibile in ogni momento. Ma ora è arrivato anche il momento, finalmente, di provare il “prodotto auto” realizzato dal brand.

Tecnologia Volvo ben presente

Grazie all'appartenenza al gruppo Geely, il neo marchio ha potuto attingere dalla ricerca e sviluppo portata avanti negli anni da Volvo. La basa, il pianale, è il Cma (Compact Modular Architecture), lo stesso utilizzato sul suv compatto XC40. Il powertrain viene prodotto in Svezia mentre l'auto è realizzata in Cina. Le dimensioni sono compatte, lunga 4,54 m, larga 1,86 m e con un passo di 2,73 m. Il suv compatto 01 è disponibile con un solo allestimento top di gamma con cerchi da 20 pollici (per la versione Phev) ed è possibile scegliere tra due colori di carrozzeria, nero e blu.

Loading...

La vita di bordo

L'abitacolo di 01 si caratterizza per la qualità dei materiali (come i sedili in materiale riciclato), le rifiniture ben curate e la tecnologia. Sono due i grandi schermi presenti: il cruscotto digitale da 12,3 pollici e il touchscreen al centro della plancia da 12,7 pollici. La 01 è stata costruita partendo dal presupposto che tutti gli optional sono di serie. Ovvero: tettuccio apribile panoramico, grande touchscreen, ricarica wireless per cellulari, navigazione online, hotspot WiFi, sistema di assistenza al parcheggio intelligente, impostazioni personali su cloud e molto altro ancora.

Le uniche cose che il socio deve scegliere sono il colore (nero o blu) e il tipo di motore ibrido (con o senza connettore). E considerato quanto è importante la condivisione per Lynk & Co, perché non condividere anche qualche ricordo? Con la fotocamera integrata puoi scattare selfie o riprendere il panorama dall'auto. Le immagini vengono caricate direttamente sul telefono, così è possibile postarle facilmente sui tuoi social preferiti.

Motorizzazione: benzina più elettrico

Il propulsore tre cilindri benzina sovralimentato 1.5 litri da 180 cv (132 kW) è abbinato a un elettromotore da 60 kW alimentato da una batteria agli ioni di litio posizionata al centro del pianale da 17,6 kWh che garantisce un'autonomia nel misto di circa 69 km, secondo il ciclo di omologazione Wltp. La trazione è anteriore e la trasmissione è automatica, doppia frizione, a sette rapporti. La velocità massima è di 210 km/h e lo spunto 0-100 km/h viene coperto in soli 8 secondi.

I consumi dichiarati sono di 1,2 litri/100 km nel misto e le emissioni di 27g/km. Sistemi di assistenza alla guida Dato che l'impronta è quella di Volvo, non possono mancare i numerosi sistemi di assistenza alla guida del marchio svedese. La lista è lunga, dal cruise control adattivo, al traffic jam assist al sistema di mantenimento della corsia o di segnalazione dell'angolo cieco.

Com'è alla guida

Abbiamo provato l'auto in un contesto urbano, per mettere alla prova le sue qualità di veicolo elettrificato. Gli interni sono ben curati e la posizione di guida è regolabile. Le informazioni vengono mostrate in modo chiaro e intuito sui due ampi schermi e, dal volante multifunzione, è possibile gestire le schermate del cruscotto digitale. Sono tre le modalità di guida che influiscono principalmente sulla motricità, ovvero elettrica, ibrida o termica. Alla guida è piacevole e silenziosa, grazie anche all'insonorizzazione dell'abitacolo.

Il passaggio da un motore all'altro è impercettibile come anche preciso e fluido è il cambio marcia. L'abitacolo è spazioso e con numerosi vani portaoggetti, è anche presente uno spazio per la ricarica induttiva degli smartphone predisposti. I passeggeri posteriori hanno una seduta piuttosto rialzata e ampio spazio per le ginocchia. Nonostante l'altezza da terra, non si sente molto il rollio tipico dei modelli a ruote alte.

Il prezzo di listino della vettura in versione ibrida plug-in (Phev) è di 41mila euro ma è disponibile anche con una nuova formula di mobilità in abbonamento mensile (una partnership con i clienti) al costo di 500 euro e rescindibile in qualsiasi momento. Insomma una sorta di Netflix / Spotify dell'auto

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti