letteratura

Antonio Scurati con «M. Il figlio del secolo» vince il Premio Strega 2019


Premio Strega, trionfa Scurati con "M. il figlio del secolo"

2' di lettura

È il romanzo di Antonio Scurati su Mussolini, M. Il figlio del secolo (Bompiani), il vincitore del Premio Strega 2019, ha ottenuto 228 voti, in una finale senza sorprese. Seguono, nello stesso ordine della cinquina, Benedetta Cibrario con Il rumore del mondo (Mondadori), che ha raccolto 127 voti; Marco Missiroli con Fedeltà (Einaudi), con 91 voti; Claudia Durastanti con La straniera (La nave di Teseo), con 63 voti; e Nadia Terranova con Addio fantasmi (Einaudi), con 47 voti. Sono stati espressi 556 voti espressi su 660.

GUARDA IL VIDEO - Premio Strega, trionfa Scurati con “M. il figlio del secolo”

«Sono felice ma soprattutto contento che molti altri italiani leggeranno questo libro non solo perché l'ho scritto io, ma perché impareranno a conoscere la nostra storia con la speranza che non si ripeta, anche se in forme diverse»: questo il commento a caldo di Antonio Scurati.

«Dedico la vittoria ai nostri nonni e ai nostri padri che furono prima sedotti e poi oppressi dal fascismo e soprattutto a quelli che poi fra loro trovarono il coraggio di combatterlo armi alla mano - ha aggiunto -. E insieme vorrei dedicare il Premio ai nostri figli con l'auspicio che non debbano tornare a vivere quello che abbiamo vissuto 100 anni fa e in modo particolare a mia figlia Lucia».

Il premio, giunto alla 73esima edizione, è stato assegnato dagli Amici della domenica che si sono riuniti nel giardino del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia dove Helena Janeczek, vincitrice del Premio Strega 2018, ha presieduto il seggio di voto.

Fra i nuovi Amici della domenica entrati quest'anno nella giuria del premio, gli scrittori Marco Balzano, Francesco Caringella, Carlo D'Amicis, Helena Janeczek (Premio Strega 2018), Lia Levi (Premio Strega Giovani 2018) e Wanda Marasco, gli editori Carlo Gallucci e Annamaria Malato, il giurista Bernardo Giorgio Mattarella, il matematico Carlo Sbordone, la direttrice di Rai Cultura Silvia Calandrelli e il direttore della Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei Marco Guardo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...