TRATTAMENTI

Macchie scure sulla pelle, come eliminarle

di Monica Melotti


default onloading pic

3' di lettura

Una donna su tre soffre di macchie cutanee, in Europa il fenomeno interessa circa il 48 per cento. L'iperpigmentazione si presenta più di frequente nelle donne, causa gli ormoni femminili come l'estrogeno e il progesterone che stimolano la produzione eccessiva di melanina con l'esposizione solare, ma anche gli uomini non se sono immuni. Il picco delle macchie brune avviene dopo i 50 anni. Le cause? «L'origine è molto complessa e multifattoriale: un uso prolungato di farmaci, soprattutto di contraccettivi, un'esposizione selvaggia ai raggi ultravioletti, gli squilibri ormonali, come durante la gravidanza, l'invecchiamento cutaneo e le carenze nutrizionali», dice Alessia Glenda Buscarini, chirurgo plastico e direttore sanitario di theClinic a Milano. «Di recente si è scoperto che anche l'inquinamento è una causa. Secondo dati ufficiali la presenza di macchie cutanee aumenta del 20% in chi vive nelle grandi città».

Dalle creme a casa ai trattamenti professionali, come sbarazzarsi delle macchie della pelle

Dalle creme a casa ai trattamenti professionali, come sbarazzarsi delle macchie della pelle

Photogallery10 foto

Visualizza

C'è macchia e macchia
Non tutte le macchie sono uguali. Le più diffuse sono il melasma e le lentigo. Il melasma ha un'origine ormonale e si presenta soprattutto sul volto, sotto forma di macchie scure irregolari, che tendono a confluire e ad accentuarsi con l'esposizione al sole. Le lentigo solari, dette anche senili, perché più frequenti dopo i 50 anni, sono macchie scure circoscritte e causate da un'eccessiva e incontrollata fotoesposizione. «Per le macchie solari è molto indicato il laser CO2 frazionato microablativo di terza e ultima generazione – continua l'esperta – che consente di correggere le macchie scure e allo stesso tempo ridurre le rughe e la lassità cutanea. Per un'azione più strong si può intervenire con la radiofrequenza che potenza gli effetti del laser, donando alla cute una maggiore compattezza ed elasticità. E' ideale per trattare le macchie in zone difficili, come il collo&decolleté e mani e persino nella sottile area intorno agli occhi. Per combattere le macchie derivate da couperose o i capillari sul viso, si interviene con il laser NdYag, che grazie a un'emissione del raggio “multipulsata” emette diverse lunghezze d'onda, rimuovendo in modo efficace le macchie sia in pazienti con fototipi più scuri che chiari».

Questione di peeling
Il peeling è soprattutto indicato per il melasma. Le cure variano secondo la profondità della macchia. Se l'accumulo di melanina è superficiale si può intervenire con una crema schiarente, se invece la macchia è più profonda, a livello del derma, occorre agire con un peeling chimico e in casi selezionati con il laser. L'ultima novità sono dei micropeeling, da una a quattro sedute, messi a punto dagli esperti della Clinica Asisa Care, un centro polispecialistico, succursale del colosso spagnolo, che ha da poco aperto a Milano. Si tratta di peeling come il Jessner o il Melanostop in grado di ottenere un primo effetto sbiancante e una superficiale esfoliazione. Se la macchia è più profonda si interviene con Dermamelan Mask, una maschera che viene applicata dal medico e va tenuta in posa per circa sei ore. Il trattamento prosegue con uno schema di terapia domiciliare, Dermamelan Treatment, che consta nell'applicazione quotidiana di una crema per circa sei mesi fino alla totale scomparsa della macchia.

Soluzioni domiciliari
La moderna cosmesi mette a disposizione tutta una serie di trattamenti domiciliari di ultima generazione. Attivi vegetali che correggono dal punto di vista ottico la discromia, acido salicilico e acido azelaico che contrastano il trasferimento della melanina in superficie. Un trattamento completo è Melascreen Siero Globale di Ducray che grazie all'acido glicolico e azelaico inibisce la tirosinasi. L'azione antimacchia, in Filorga Pigment White, è assicurata dai minerali cristallini ed Esilresorinolo che dona anche un effetto illuminante. Ci sono voluti dieci anni di ricerca ai laboratori Shiseido per mettere a punto Antispot Serum con il brevetto SPOT D-N-A TARGET, un mix di attivi che agisce sulle macchie con la precisione di un laser. Sfrutta gli attivi vegetali, come l'estratto di fiore di Fico d'India, l'Alpha bisabololo e l'acido salicilico, il Concentré Correcteur Tâches di Sisley in grado di ridurre la dimensione di tutte le macchie, qualsiasi sia l'età e la carnagione.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...