L’assemblea dell’associazione

Macchine per la pelle calzature e pelletteria, ricavi a 620 milioni

Maria Vittoria Brustia nuovo presidente di Assomac

default onloading pic
(ANSA)

Maria Vittoria Brustia nuovo presidente di Assomac


2' di lettura

Le macchine per la pelle calzature e pelletteria accusano i primi mesi del lockdown ma dopo avere chiuso il 2019 con una produzione di 620 milioni di euro e un export pari al 70% si preparano alla ripartenza. Il progetto ReStart, messo a punto durante il primo lockdown proietta il settore oltre il contesto attuale, in «un’identità nuova - è stato sottolineato durante l’Assemblea annuale 2020 Assomac - che affonda le radici nel passato e nella tradizione e che allo stesso tempo punta al futuro con una visione comune, innovativa e proiettata al mercato che cambia»

Il bilancio del settore

Il comparto italiano della meccanica “macchine per pelle, calzature e pelletteria” ha raggiunto un valore della produzione pari a 620 milioni, e un valore dell'Export pari al 70% della produzione. La fotografia del settore delle macchine e tecnologie per calzatura, pelletteria e conceria, per il primo semestre 2020, mostra un quadro negativo a livello globale, ma l'Italia regge il colpo: solo -35% nell'export e -25% nell'import.

Loading...

Il rinnovo delle cariche

La assemblea plenaria annuale Assomac, sotto la guida del presidente uscente Gabriella Marchioni Bocca, ha tracciato un bilancio del comparto: «Il 2019 ha segnato la conclusione di un ciclo economico espansivo, dove l'attuale crisi pandemica ha fatto da catalizzatore delle problematiche presenti nel sistema economico mondiale», ha evidenziato Marchioni Bocca. «Tutti i dati economici del nostro comparto per il primo semestre del 2020 sono negativi - export e produzioni - ma sono negativi per tutti e a livello globale, a partire dal colosso cinese che ha registrato una perdita strabiliante: parliamo di -53% nell'export di macchinari e -35% nell'import. Noi come Italia abbiamo retto il colpo, registrando un più contenuto -35% nell'export e -25% nell'import di macchinari».Assomac e i suoi associati guardano al futuro, facendo proprie le tecnologie digitali e incorporandole al meglio dentro i propri macchinari e impianti di produzione. L’assemblea ha quindi nominato il nuovo presidente di Assomac, Maria Vittoria Brustia, presidente di Brustia Alfameccanica e presidente per la zona Lomellina-Vigevano Assolombarda Pavia

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti