Scostamenti di bilancio

Maggiore spesa per 180 miliardi autorizzata finora contro la pandemia

Importi utilizzati per coprire 11 provvedimenti approvati nel 2020 e 2021

di Michela Finizio

(bluedesign - stock.adobe.com)

1' di lettura

Oltre 180 miliardi di euro di indebitamento netto reperiti attraverso diversi scostamenti di bilancio. Mentre si torna a parlare di una possibile nuova deviazione rispetto agli obiettivi di medio termine per far fronte alla crisi in corso alimentata dal conflitto in Ucraina, finora per la verità negata da Palazzo Chigi, l’Ufficio Parlamentare di Bilancio elabora una sintesi dei maggiori importi di spesa autorizzati tra il 2020 e il 2021 per far fronte all’emergenza Covid.

Analizzando i dati relativi agli scostamenti richiesti, tramite le relazioni al Parlamento ex-articolo 6, legge 243/2012, si stima un indebitamento netto per 180 miliardi di euro: in tutto sono stati sei gli scostamenti autorizzati, di cui quattro nel 2020 per un indebitamento netto di 108,3 miliardi e due nel 2021 (uno a gennaio e uno ad aprile) per 72 miliardi di euro.

Loading...

Va detto che sia nel 2020 che nel 2021 gli importi autorizzati non sono stati utilizzati pienamente, tanto che i deficit del 2020 e 2021 sono risultati migliore delle attese. Ma i numeri aiutano oggi a capire l’impatto sulle finanze pubbliche degli sforzi fatti per fronteggiare gli effetti dell’emergenza sanitaria che si concluderà formalmente il prossimo 31 marzo.

In particolare questa maggiore spesa autorizzata è servita per coprire 11 provvedimenti. Dai prospetti di riepilogo degli effetti finanziari allegati ai decreti legge anti-crisi approvati tra il 2020 e il 2021 è possibile riassumere i loro effetti sui saldi di finanza pubblica. Quelli che hanno richiesto un maggiore indebitamento sono stati il decreto Rilancio (-55 miliardi di euro), il decreto Agosto (-24,9), il decreto Sostegni (-31,5)e il decreto Sostegni-bis (-39).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti