ACCORDI

Magna ed LG, insieme per l'auto elettrica. I leader della componentistica verso nuove alleanze

I primi a muoversi sono Magna International e LG Electronics che hanno annunciato una joint venture per componenti d'eccellenza destinati a veicoli a batteria. L'accordo sarà formalizzato a luglio 2021

di Corrado Canali

(Shutterstock / 4045)

2' di lettura

La nuova joint venture è per il momento nota come LG Magna e-Powertrain, ma non sarà costituita prima nel luglio dell'anno prossimo e sarà di proprietà per il 51% di LG e per il 49% di Magna. Ma avrà la mission produrre motori elettrici, ma anche inverter oltre che dei caricabatterie di bordo, con l'obiettivo finale che sarebbe di associarli in un unico pacchetto.

La joint venture utilizzerà la competenza di Magna nei settore dei sistemi di trasmissioni elettriche a cui si abbinerà, inoltre, la leadership della stessa LG nello sviluppo di componenti per i motori elettrici oltre che per la produzione di massa degli inverter.

Loading...

Tre sedi nel mondo: in Corea, Stati Uniti e Cina

L'agenzia Reuter che l'ha anticipato la notizia dell'accordo riferisce che la joint venture potrebbe utilizzare tre sede a livello mondiale: la principale sarà a in Incheon, in Corea del Sud, ma ne verrebbero impiegate altre due, una negli Stati Uniti e l'altra in Cina. Dovrebbe disporre all'inizio di circa 1.000 dipendenti dislocati presso le sedi LG in tutti e tre i paesi indicati. Perché tutto ciò si concretizzi serve solo che la joint venture sia approvata dagli azionisti di LG. Già da ora ci sono, comunque due conferme ufficiali in entrambi casi autorevoli che suonano come le più logiche delle conferme che l'accordo alla fine si farà.

Alleanze strategiche e di dimensioni a livello globale

“Questa partnership è completamente in linea con la nostra strategia di essere in prima linea nell'elettrificazione e supportare le case automobilistiche con un portafoglio diversificato e di livello mondiale” ha spiegato in una dichiarazione ufficiale l'attuale presidente e prossimo chief executive di Magna Swamy Katagiri che ha poi aggiunto “Coi nostri punti di forza, ci aspettiamo di garantire efficienza negli investimenti e velocità di immissione sul mercato dei nostri prodotti per sfruttare l'accelerazione che si sta registrando al momento nelle vendite di mezzi elettrificati e 100 % elettrici a livello mondiale”.

I produttori di componenti pronti al boom di Ev

Da parte sua il presidente di LG Electonic Vehicle Component Solutions Company, Dr Kim Jin-yong ha poi aggiunto. “I produttori devono essere molto determinati per mantenere posizioni di leadership nell'elettrificazione e, attraverso questo accordo, LG sta entrando in una nuova fase nella sua attività di componenti automobilistici, un'opportunità di crescita con un enorme potenziale”. Aggiungendo quanto segue. “Crediamo che la combinazione della nostra nota abilità produttiva oltre che l'esperienza maturata nel tempo da Magna saranno determinanti nella produzione di motori elettrici di eccellenza molto più velocemente che se dovessimo fare noi in autonomia”.

L'accordo ha fatto volare in borsa le azioni di LG

Del resto LG ha già siglato collaborazioni già siglate con altre aziende, come ad esempio la fornitura di motori elettrici e batterie per il modello di Chevrolet la Bolt Ev del Gruppo General Motors. Dal canto suo, Magna International, che ha chiuso il 2019 con oltre 39,4 miliardi di dollari di vendite, ha già all'attivo delle collaborazioni importanti per la fornitura di componenti elettriche per le nuove automobili a batteria e conta fra i suoi referenti anche uno dei giganti del settore come Volkswagen. La notizia della nuova joint venture ha fatto volare le azione di Lg alla borsa di Seul, dove il titolo ha guadagnato oltre il 30%.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti