Borsa

Make up, Intercos annuncia lo sbarco a Piazza Affari

I proventi dell’aumento di capitale saranno utilizzati per finanziare lo sviluppo e la crescita dell’attività e perseguire iniziative strategiche

2' di lettura

Il gruppo del make up Intercos annuncia l’intenzione di quotarsi sul mercato Mta di Piazza Affari. L’operazione avverrà con un collocamento privato riservato ad investitori qualificati nello spazio economico europeo e nel Regno Unito e investitori istituzionali esteri al di fuori degli Stati Uniti e, negli Usa, ai soli «qualified institutional buyers».

I dettagli dell’Ipo

L’ipo avverrà tramite opvs, vale a dire con «azioni ordinarie di nuova emissione» della società per un totale prevedibile fino a 60 milioni, provenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione» e con «azioni ordinarie offerte in vendita da alcuni attuali azionisti della società, con un flottante superiore al requisito minimo di Borsa Italiana».

Loading...

La maggioranza delle azioni in vendita faranno capo a Cp7 Beauty LuxCo, società controllata da L Catterton, e The Innovation Trust, una società controllata da Ontario Teachers’ Pension Plan Board. Si prevede inoltre che Dario Ferrari «manterrà il controllo della società a seguito dell’offerta, anche attraverso l’adozione di un meccanismo di voto maggiorato».

La società sottolinea che i proventi dell’aumento di capitale «saranno utilizzati per finanziare lo sviluppo e la crescita della propria attività, e perseguire iniziative strategiche». L’ipo dovrebbe partire entro fine mese.

La società precisa che «la struttura finale dell’offerta insieme ai principali termini rilevanti sarà determinata in prossimità dell’avvio della stessa». È previsto inoltre che la stessa Intercos, gli azionisti venditori, gli amministratori ed esponenti chiave del management «assumeranno impegni di lock-up con riferimento alle partecipazioni dagli stessi detenute nel capitale della società, a valere per un periodo di tempo prestabilito successivo all’offerta, in linea con le prassi di mercato».

Nell’operazione Bnp Paribas, Morgan Stanley, Ubs e Jefferies

Il gruppo preparerà un prospetto che dovrà essere approvato dalla Consob. L’operazione è curata da Bnp Paribas, Morgan Stanley, Ubs e Jefferies come joint global coordinator.

Bnp Paribas è anche sponsor a fini dell’ammissione a quotazione delle azioni. Rothschild è l’advisor finanziario di Intercos, mentre Cornelli Gabelli e Associati segue l'azionista di controllo. Gli advisor legali incaricati dalla società sono White & Case, Maisto e Associati, Studio Legale Giliberti Triscornia e Associati, mentre Linklaters agisce in qualità di advisor legale per i joint global coordinator.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti