agricoltura

Maltempo, nei campi danni per milioni. Coldiretti chiede lo stato di calamità

Difficoltà in tutta Italia: dall’esondazione del Panaro in Emilia Romagna ai danni al raccolto nell’Agro Nocerino in Campania, dalle frane in Veneto alla raccolta delle olive compromessa in Puglia

di E. Sg.

(ANSA)

2' di lettura

La prima ricognizione dei danni causati dal maltempo all’agricoltura italiana tracciata da Coldiretti fa prevedere danni ingenti, nell’ordine di qualche milione di euro.
Nelle campagne italiane infatti il maltempo sta mettendo in forte difficoltà coltivazioni e allevamenti, con aziende agricole isolate, grano e foraggi per gli animali appena seminati spazzati via dall’acqua, coltivazioni di ortaggi allagate e frutteti, vigneti e olive strappate dagli alberi per la furia del vento ma anche macchine e trattori nel fango e strade rurali franate o bloccate dalla neve.

Coldiretti chiede l'avvio delle procedure per verificare lo stato di calamità nelle zone più colpite, dal Veneto all'Emilia, dalla Campania alla Puglia fino alla Sicilia. «La situazione più grave è stata provocata dall’esondazione del fiume Panaro in Emilia nel modenese che –sottolinea la Coldiretti – ha colpito uno dei territori più fertili della campagna modenese caratterizzata da coltivazioni di grano ma anche vigneti, frutteti e allevamenti di bovini da latte per Parmigiano Reggiano».

Loading...

Nelle campagne si registrano, oltre ai disagi degli agricoltori e delle loro famiglie che in alcuni casi hanno dovuto abbandonare le loro case, danni alle abitazioni e ai magazzini, attrezzature e trattori resi inutilizzabili.«Difficoltà si registrano dal Veneto, dove aziende agricole ed agriturismi sono isolati dalle frane, fino alla Campania con i danni maggiori segnalati nell’Agro Sarnese Nocerino dove ad essere stati colpiti sono le coltivazioni in pieno campo di cipollotto Dop, scarole, verze e ortaggi invernali.

Trombe d'aria e nubifragi in tutta la Puglia hanno colpito gli uliveti pronti alla raccolta nel brindisino e trascinato via grano e foraggio appena seminati nel barese mentre nella Sicilia orientale fango sulle strade, smottamenti muretti e difficoltà nella viabilità a causa del maltempo».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti