ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEventi meteorologici

Maltempo, esonda torrente nel bresciano. Allerta gialla in Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige e Veneto

In Vallecamonica è esondato il torrente Re. Quaranta persone evacuate dai comuni di Braone e Niardo. A Termoli lungomare sott’acqua

Maltempo, forte grandinata nel Lodigiano: danni ingenti a tetti, auto e alberi

2' di lettura

A causa del maltempo che nella notte tra mercoledì e giovedì si è abbattuto nel Bresciano, in Vallecamonica è esondato il torrente Re. Quaranta persone sono state evacuate dai comuni di Braone e Niardo. Si registrano tre feriti non gravi. I Vigili del fuoco sono al lavoro per mettere in sicurezza i due paesi.

Termoli, lungomare Colombo sott’acqua

Quello registrato nel territorio bresciano è solo l’ultimo di una serie di eventi causati dal maltempo. Nella giornata di mercoledì sono bastati 15 minuti di tempesta, nell’ambito dei fenomeni meteorologici che erano stati ampiamente annunciati, per innescare danni a catena a Termoli, la città del Molise più colpita dai violenti temporali pomeridiani.

Loading...

La pioggia scrosciante, in alcuni momenti mista a grandine, accompagnata da forti raffiche di vento, ha allagato il lungomare Cristoforo Colombo che costeggia i lidi sulla spiaggia nord della cittadina molisana. L’acqua ha raggiunto in alcuni punti il mezzo metro, trascinando scooter e bici elettriche parcheggiati.

Il vento ha divelto pali della cartellonistica e spezzato alberi.

Raffiche di vento e pioggia nel Foggiano

Violenti nubifragi registrati anche su tutta la provincia di Foggia, in particolar modo nel capoluogo e sul Gargano. Pioggia battente a Peschici dove prima del violento nubifragio nubi nere e un vento fortissimo hanno costretto i bagnini degli stabilimenti balneari ad allontanare dalla spiaggia tutti i turisti.

Stesso scenario a Marina di Lesina: anche qui i bagnanti sono stati costretti ad abbandonare la spiaggia a causa del forte vento che ha sollevato ombrelloni e sdraio.

Nubifragi e grandinate in Abruzzo

Violenti nubifragi, in alcuni casi accompagnati da vento e grandine, anche di grandi dimensioni, hanno colpito l’Abruzzo, in particolare sul versante orientale, da Pescara a Chieti e a Teramo. Ovunque si registrano disagi e danni. Numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco per allagamenti, tetti danneggiati e alberi caduti o pericolanti. In molti casi si registrano strade impraticabili e traffico in tilt, con gli automobilisti che, memori della violenta grandinata che nel luglio del 2019 provocò feriti e danneggiò migliaia di automobili, hanno preso d’assalto sottopassi e tettoie.

Allerta gialla in 4 regioni del Nord

Il maltempo si sposterà verso il nord Italia. Al momento è stata dichiarata “allerta gialla” in Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige e Veneto.

Sul fronte temperature, tra giovedì e venerdì nel Nord Italia terminerà la tregua dalla morsa del caldo, che al Centro e al Sud non ha mai mollato. Oggi le città da bollino rosso scendono a 10; domani a 8.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti