allarme meteo

Maltempo, neve e gelo investono l’Italia. Imbiancate Milano, Genova e Torino

Difficoltà alla circolazione si stanno registrando sulle autostrade tra Liguria e Piemonte. Rischio gelo sulla A32 Torino-Bardonecchia

Milano imbiancata dalla neve, ecco lo spettacolo del Duomo

Difficoltà alla circolazione si stanno registrando sulle autostrade tra Liguria e Piemonte. Rischio gelo sulla A32 Torino-Bardonecchia


4' di lettura

Milano e la Lombardia sotto la neve: i fiocchi sono cominciati a cadere la notte scorsa e la coltre bianca ha superato rapidamente i 10 cm. La nevicata, continuata per tutta la mattinata, ha interessato tutta la regione, che da oggi torna all'allerta “arancione”, ad eccezione della pianura Sud orientale dove cade mista a pioggia. In città la neve ha messo in affanno le Centrali operative di Vigili del fuoco e Polizia locale per numerosi interventi dovuti soprattutto agli alberi caduti e ai rami spezzati, ma anche a ponteggi pericolanti o a pezzi di cornicioni in bilico.

Burrasche, vento e temperature giù

Il Dipartimento della Protezione civile conferma che la perturbazione di origine nord-atlantica continuerà ad interessare il nostro Paese anche nelle prossime ore, in particolare con neve a bassa quota sulle regioni centro-settentrionali. La regione più interessata è la Lombardia. Per la giornata di oggi, si prevedono venti di burrasca o burrasca forte dai quadranti meridionali su Liguria, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con mareggiate lungo le coste esposte. Si prevedono, inoltre, nevicate fino a quote di pianura, su Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Friuli Venezia Giulia, entroterra ligure ed Emilia-Romagna, con apporti al suolo in genere moderati.

Loading...
Maltempo, neve e gelo investono l'Italia

Maltempo, neve e gelo investono l'Italia

Photogallery25 foto

Visualizza

Maltempo anche in Piemonte e Liguria

Oltre alla Lombardia, la neve e il gelo, insieme al vento forte e ai temporali stanno interessando molte regioni. Come Milano, anche Torino e Genova si sono svegliate sotto la neve e difficoltà si stanno registrando sulle autostrade tra Liguria e Piemonte. Soprattutto sulla A10 dove si segnalano code e rallentamenti, oltre alla chiusura per oltre un'ora del casello di Genova-Pra' per permettere la pulizia della carreggiata.

Disagi anche sulla A6 Torino-Savona, dove è entrato in vigore il blocco dei tir sopra le 7,5 tonnellate diretti a Savona, che devono uscire a Carmagnola. Rischio gelo sulla A32 Torino-Bardonecchia. Forti disagi alla viabilità si segnalano anche nel Basso Piemonte, sempre a causa delle nevicate di queste ore. Si registrano code e rallentamenti, in particolare, sulla A26, in direzione del capoluogo ligure, all'altezza del bivio con la A7.

Molte strade in codice rosso

Le nevicate a bassa quota che hanno colpito le regioni centro-settentrionali, in particolare la Lombardia, stanno creando problemi al traffico, soprattutto commerciale. Lo segnala, in una nota, Viabilità Italia. In Liguria è in atto il 'codice rosso',con il conseguente divieto di circolazione per i mezzi commerciali superiori alle 7,5 tonnellate,su A6 (tra Ceva e Savona), A7 sull'intera arteria autostradale; A10 dal confine di Stato in direzione Italia: i mezzi commerciali vengono fatti sostare all'autoporto di Ventimiglia, mentre per quelli diretti in Piemonte vengono instradati lungo la A6 e sull'A26 in direzione nord dall'interconnessione con la A10. In Lombardia codice rosso in A4 tra Milano e Bergamo e difficoltà di circolazione a causa dei veicoli leggeri incolonnati a diverse uscite verso la viabilità ordinaria. Sono in corso le manovre per la deviazione obbligatoria sulla A22 a Verona verso Modena per raggiungere la Lombardia dall'Emilia Romagna. Sulla A1 pioggia gelata tra Parma e Fidenza con gravi difficoltà di circolazione. Ancora in Lombardia codice rosso: su A8 tra Milano e Gallarate; A9 sull'intera tratta; A35tra Treviglio e Milano.

Lungo l'autostrada A1 risultano chiusi gli svincoli di uscita di Fidenza e Fiorenzuola a causa di difficoltà di circolazione lungo la viabilità ordinaria. Sulla A1 all'altezza di Piacenza, a causa di un mezzo pesante “intraversato”, si registrano forti rallentamenti. La concomitanza degli eventi sulla A4 e in A1, all'altezza di Piacenza, sta inducendo la Polizia Stradale ad incanalare i veicoli (sia leggeri che pesanti) provenienti dal nord-est e diretti in Lombardia, lungo la direttrice della A22 fino a Modena. Le nevicate stanno interessando anche le strade statali di Lombardia, Piemonte, Valle D'Aosta dove sono operativi i mezzi spazzaneve e spargisale.

Venezia imbiancata attiva il Mose contro l’acqua alta

A Venezia, leggermente imbiancata dalla neve che è caduta anche in altre zone del Nord est, il previsto picco di marea ha portato all’attivazione del Mose che ha nuovamente protetto il centro storico della città dal fenomeno dell’acqua alta. Le dighe mobili sono state alzate alle ore 5.30, in vista del picco di 130 centimetri sul medio mare per le ore 10.30. I mareografi posizionati alla diga del Lido hanno segnato a quell'ora un picco di 138 centimetri, mentre in città, alla Punta della Salute, il livello si è mantenuto intorno ai 70 centimetri. La marea rimarrà sostenuta per i prossimi giorni (codice arancione), con altri picchi oltre il metro e 20 e la previsione di ulteriori attivazioni del Mose. Interessato dall’ondata di maltempo anche il Friuli: un’abbondante nevicata si è registrata a Udine e in tutto il territorio della ex provincia, dove le precipitazioni nevose stanno continuando, in particolare, in tutta l'area montana, dal Tarvisiano alla Carnia.

Disagi e ritardi per i treni al Nord

Le fitte nevicate hanno causato disagi e rallentamenti anche per la circolazione dei treni con ritardi in alcuni casi anche superiori alle due ore in Lombardia e in diverse zone d’Italia. Il Frecciarossa Torino Salerno ha accumulato oltre 52 minuti di ritardo, l'Intercity 1580 da Lecce a Torino 135 minuti, e una media di sessanta minuti hanno i regionali da Mantova e Bologna per Milano, mentre segna 120 minuti il regionale Alessandria Milano Porta Genova. Su alcune linee problemi si sono verificati per la caduta di alberi come fra Lecco e Milano. I tecnici di Rfi sono comunque al lavoro per garantire la circolazione, già da ieri era stata annunciata la cancellazione di molti convogli proprio per il piano neve con l'invito di Trenord a muoversi solo se strettamente necessario.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti