Management

Anno nuovo & carriera - I dieci buoni propositi per lavorare meglio e…

  • Abbonati
  • Accedi
Job

Anno nuovo & carriera. I dieci buoni propositi per lavorare meglio e avere più tempo per sé

(Fotolia)
(Fotolia)

Dieci buoni propositi per affrontare l'anno nuovo con il piede giusto anche dal punto di vista lavorativo. Li suggerisce, accompagnadoli con qualche suggerimento pratico, il sito di consigli e strategie per la carriera e recruiting internazionale The Undercover Recruiter. Eccoli:

1. Fai un bilancio annuale della tua carriera
Prima di cominciare a stilare gli obiettivi per il 2017, fai un bilancio dettagliato del 'anno di lavoro appena concluso per capire cosa ti aspetti da quello che è appena iniziato. Vuoi crescere nel tuo impiego(o ruolo, o azienda) attuale oppure vuoi cambiare ? In questo caso, devi capire che cosa ha funzionato e che cosa no negli ultimi 12 mesi . Alcune domande utili

. Quale tra gli obiettivi che ho raggiunto mi fa sentire più orgoglioso?

. Nel 2016 ho potuto contare sulle risorse e il supporto necessario per lavorare bene?

. Che cosa ho imparato dal mio capo? Nella mia organizzazione c'è un team dove forse mi sentirei più supportato o sfidato a fare meglio, o a misurarmi con cose diverse?

.Quali nuove competenze - utili per aggiornare il cv - ho acquisito quest'anno?

. Il mio ambiente di lavoro è positivo e motivante? Condivido le scelte o lo stile di lavoro?

. Alla mattina mi sveglio contento di andare al lavoro? Mi sento realizzato?

.Qual è il fedback più importante e costruttivo che ho ricevuto e come posso usarlo come punto di partenza per il 2017?

2. Rivedi il tuo profilo online

Ormai tutti noi, e i potenziali selezionatori o datori di lavoro, clienti o partner non fanno eccezione, "googliamo", come dicono gli anglosassoni, le persone con cui entriamo in contatto.
. Il check comincia dalle foto sui social ( Linked In, Facebook o Twitter), per assicurarci che siano di buona qualità, professionali e corrispondano al nostro aspetto attuale.

. Aggiornate la bio o il profilo professionale con i principali avvenimenti e risultati dell'anno

. Pensate se è il caso di aprire un sito o un blog personale "vetrina"

3. Costruisci ti un network professionale

. parti dai colleghi degli altri uffici della tua azienda, invitali a pranzo o a bere un caffè per conoscerli meglio

. per incontrare persone nuove e potenzialmente interessanti organizza un "networking brunch" dove ogni invitato deve portare un amico o collega

. ottimizza l'agenza riallacciando i tuoi vecchi contatti

. frequenta i siti, i forum e gli spazi social che sono un punto d'incontro del tuo ambito professionale

4. Acquisisci nuove competenze

. Chiedi in azienda o al tuo capo che spazi e opportunità di formazione ci sono

. Iscriviti a un corso la sera o nel week end o in e-learning e informati se la tua organizzazione può finanziartelo o rimborsartelo tutto o in parte nell'ambito di un piano di welfare aziendale.
Cerca su Internet e You Tube i corsi gratuiti e i tutorial online . Quelli gratuiti sono tantissimi. Un'esempio: le Pillole video di Job24 su carriera, orientamento, skill manageriali.

5. Diventa un esperto nel tuo campo

Mantieniti informato su quello che riguarda nel tuo settore, dal punto di vista tecnico e di mercato: dati, cambiamenti, tendenze.

. Individua i blog più interessanti e le newsletter a cui iscriverti.

. Segui i leader e gli "influencer"del settore su Twitter e partecipa con opinioni tue e condividendo le notizie interessanti

6. Candidati a guidare un progetto

Chiedi più responsabilità in un progetto o un attività aziendaleche ti permetta di crescere, imparre e arricchire il curriculum e se non ce ne sono, proponine una tu in riunione

7. Dai e richiedi feedback

Si impara anche dalle critiche (costruttive)

. Affronta e considera con calma, magari riflettendoci dopo qualche giorno, i momenti di valutazione

. Impara a riconoscere e a dire grazie ai colleghi e ai capi che ti hanno aiutato a migliorare

. Usa la valutazione come uno strumento da cui partire per fare meglio (o cambiare rotta) nel nuovo anno, proponendo anche soluzioni e idee e sollecitando un confronto in progress

8. Fai ordine nella tua postazione
Butta via tutto quello che si è accumulato sulla tua scrivania e che non ti serve piu, anzi ti intralcia: fogli, appunti, biglietti da visita, materiali di vecchi convegni, tazzine, gadget, penne che non scrivono, libri letti o non letti. Poi passa al riordino "digitale", ripulendo la posta e i documenti e sfoltendo file e cartelle per riorganizzali in un ordine sensato per ritrovarli velocemente quando ne hai bisogno

9. Organizzati per essere più produttivo
Questo è un bel proposito per il 2017: lavorare meno e fare più cose. Come? Ecco i suggerimenti di The Undercover Recruiter:

. Disinstalla Facebook dallo smart phone o, almeno, togli le notifiche

. Munisciti di un'agenda elettronica o anche cartacea e usala (davvero) per gestire gli impegni della giornata stabilendo le priorità

. Gestisci con buon senso anche le pause caffè prima e durante la giornata di lavoro: che siano pause, non momenti mangia-tempo

10. Migliora il work-life balance
Difendi il tuo tempo libero tuoi momenti privati e di svago e lascia il lavoro fuori quando sei fuori. Come?

. Fai come i francesi , che hanno proclamato il diritto alla disconnessione: non guardare ( e non rispondere alle email di lavoro fuori orario , se è necessario per non cadere in tentazione, disistalla la posta elettronica dal telefono

. Prenditi una vacanza quando è possibile

. Trovati un hobby che ti impegni regolarmente e ti faccia davvero "staccare la spina". O fatti coinvolgere in un progetto culturale, sociale o di volontariato

. Dedica e pianifica più tempo da passare con quelli che ami: familiari, amici, animali facendo qualcosa insieme a loro, anche solo andare al parco o cucinare.


Work- life balance & leggi - L'Italia è un Paese per genitori? Nel confronto europeo, mamme più tutelate solo in Uk. Per i papà siamo all'inizio. Ma meglio della Germania...

Retribuzione e benessere organizzativo - 2016, anno del welfare aziendale. E adesso? Opportunità e rischi - Emmanuele Massagli, Presidente ADAPT

Smart working - «Disconnettersi » è un diritto? - Emanuele Dagnino, ricercatore Adapt

Pillole di carriera - Strategie proattive per trovare lavoro: la ricerca snervante dell'«annuncio perfetto» - Lorenzo Cavalieri, consulente Hr

Pillole di management - L'arte della delega: empowerment, lavorare sulla stima delle persone - Anna Lazzizzera, Architettura Aziendale

Pillole di coaching – Le abitudini pericolose: voglio cambiare lavoro senza cambiare niente – Giovanna Giuffredi, executive & team coach

Organizzazione - Lavorare da libero professionista e vivere felice - Roberto D'Incau, Lang & Partners - head hunter e coach

Pillole di formazione - L'assertività: l'ascolto assertivo e attivo - Barbara Demi, ETLINE e Associati

Well being - «L'Essere-Bene» e i fattori di stress - Barbara Demi, ETLINE e Associati


SEGUI JOBTALK E JOB24.IT ANCHE SU TWITTER CON 24JOB

© Riproduzione riservata