La storia di Claudia

Mancati guadagni rimborsati all’80%: a Wiesbaden l’agenzia viaggi può pensare al futuro

In Germania il sostegno statale riconosciuto agli imprenditori ha coperto anche gran parte degli stipendi dei dipendenti sia a tempo pieno che part-time

di Isabella Bufacchi

(dpa Picture-Alliance via AFP)

2' di lettura

“Non mi lamento, come potrei. L'aiuto dello Stato mi ha salvata, senza i ristori avrei chiuso la mia attività, non ce l'avrei fatta”. Claudia, tedesca, proprietaria di una piccola agenzia viaggi di Wiesbaden, ha vissuto la pandemia in prima linea, travolta dalle tre ondate del Coronavirus ed è circa un anno che non incassa nulla.

Aiuto statale a largo raggio

“I ristori per la mia agenzia viaggi, per me che sono la titolare e i miei dipendenti, sono stati finora pari all'80% di quanto perso con la pandemia. E con questo intendo soprattutto le commissioni che non ho più incassato per i viaggi che sono stati cancellati e anche per i viaggi che avrei potuto prenotare. Lo Stato mi ha aiutata anche per la copertura dei miei costi fissi, per lo stipendio del dipendente a tempo pieno (coperto all'80% circa) e anche quello in part-time (poco meno dell'80%)”. Claudia è ottimista, il turismo mostra i suoi primi germogli. “Ho avuto proprio ieri il ritorno del primo cliente, dopo circa un anno di zero attività: ha prenotato una vacanza in Sicilia, parte il 14 giugno”.

Loading...

Il 2020 è stato prima di tutto l'anno delle cancellazioni di quanto era stato prenotato nel 2019. “Il primo settembre 2020 ho presentato la prima domanda di ristoro per le commissioni perse a causa delle cancellazioni, e ho ottenuto il ristoro dopo circa sei settimane dalla presentazione della documentazione. Il secondo ristoro l'ho presentato il primo novembre e l'accredito è arrivato a metà dicembre. Per il terzo ristoro relativo al 2021 - spiega - posso presentare la domanda per ottenere un aiuto finanziario per i primi tre mesi e poi per i successivi tre mesi, oppure per i primi sei mesi dell'anno in un'unica domanda, calcolando le perdite con riferimento agli stessi mesi del 2019. Ho deciso di fare domanda per il primo trimestre e l'accredito è stato molto veloce, è arrivato dopo tre settimane”.

Costi fissi coperti comunque

Per un'agenzia di viaggi, il calcolo del ristoro 2020 e 2021 è diverso. Il 2020 ha riguardato soprattutto le cancellazioni delle prenotazioni e quindi le commissioni perse. La perdita di fatturato del 2021 è invece stimata rispetto alle entrate di un anno normale come il 2019. I costi fissi vengono coperti comunque. “Una parte degli aiuti che ho ottenuto è destinata alla copertura del salario dei miei due dipendenti (uno a tempo indeterminato, l'altro part-time), in aggiunta al Kurzarbeitergeld (Kug, l'ammortizzatore sociale finalizzato al mantenimento dell'occupazione mediante la riduzione temporanea dell'orario di lavoro, ndr). Questo mi ha consentito di pagare di tasca mia lo stipendio dell'apprendista”.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti