Verso Cdm giovedì

Arriva la Manovra 2022: tutte le tappe della sessione di bilancio

Il testo dovrà essere approvato dal Parlamento entro il 31 dicembre, per entrare in vigore il 1° gennaio 2022

di Andrea Marini

Manovra, Bonomi: "E' assalto alla diligenza, ma Governo sa cosa fare"

2' di lettura

Prende il via l’iter che dovrà portare entro fine anno all’approvazione della Manovra 2022. Dopo il via libera alla Nota di aggiornamento al Def (Nadef) da parte del governo lo scorso 29 settembre (confermata dal Parlamento con l’ok alla risoluzione di maggioranza il 6 ottobre) e l’invio a Bruxelles del Documento programmatico di bilancio (Dpb) il 19 ottobre, il consiglio dei Ministri di giovedì prossimo darà il via libera al disegno di legge di Bilancio, vale a dire la manovra vera e propria per il 2022. Il testo dovrà essere approvato dal Parlamento entro il 31 dicembre, per entrare in vigore il 1° gennaio 2022.

2 novembre: manovra in parlamento

Con la Nadef il governo ha aggiornato i parametri macroeconomici (Pil, deficit-Pil e debito Pil) e indicato gli obiettivi programmatici che finiranno nella manovra 2022. Con il Dpb sono stati trasmessi a Bruxelles i saldi e le misure che saranno contenute poi nel testo vero e proprio nel disegno di legge di Bilancio. Come gli anni passati, il Ddl di bilancio è stato anticipato in alcune misure da un Decreto fiscale, che è stato approvato dal governo lo scorso 15 ottobre e ha già iniziato il suo iter al Senato. La settimana prossima è atteso dal consiglio dei Ministri il via libera al disegno di legge di Bilancio, che dovrebbe essere depositato al Senato il 2 novembre.

Loading...

15-19 novembre: primo ok al decreto fiscale

Il Decreto fiscale ha tempi più stretti della legge di Bilancio: dovrà essere approvato dal Parlamento (Senato e Camera nello stesso testo) entro il 20 dicembre, pena la sua decadenza. Il suo iter è già iniziato al Senato, con l’assegnazione alle commissioni Finanze e Lavori pubblici. Per rispettare i tempi, l’aula del Senato dovrebbe dare il via libera la testo nella settimana tra il 15 e 19 novembre.

13-17 dicembre: primo ok alla manovra

Dopo l’ok al decreto fiscale, il Senato passerà all’esame clou della Manovra 2022, a partire dalla commissione Bilancio. Come per le ultime due sessioni di bilancio, anche quest’anno la manovra dovrebbe ricevere solo due letture: una dal Senato e una dalla Camera. Montecitorio, per rispettare i tempi di approvazione, dovrà tuttavia limitarsi ad approvare il testo blindato del Senato. Sarà quindi Palazzo Madama l’unica camera dove potranno concentrarsi le modifiche parlamentari al testo approvato dal governo. Il via libera del Senato dovrebbe arrivare entro la settimana tra il 13 e 17 dicembre.

6-11 dicembre: ok definitivo della Camera al decreto fiscale

Una volta approvato dal Senato, il Decreto fiscale giungerà blindato alla Camera per l’ok definitivo. Il testo va convertito in legge entro il 20 dicembre, ma Montecitorio dovrà anche esaminare il disegno di legge di bilancio, quindi l’ok della Camera potrebbe arrivare entro la settimana del 6-11 dicembre.

20-23 dicembre: ok definitivo della Camera alla Manovra

Ricevuto dal Senato il disegno di legge di Bilancio, Montecitorio ha come obiettivo dare l’ok definitivo al testo (senza quindi apporvi modifiche) nella settimana prima di Natale, quella che va dal 20 al 23 dicembre. In teoria c’è tempo fino al 31 dicembre per dare il disco verde, ma in questo caso i deputati dovrebbero lavorare nella settimana tradizionalmente riservata alla pausa dei lavori per le ferie natalizie

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti