aumenta l’imposta sul fumo

Manovra: arriva la tassa su filtri e cartine per le sigarette “fai da te”

Aumenta di mezzo punto l’aliquota di base sulle sigarette e sui tabacchi lavorati

di Nicoletta Cottone

Manovra, tassa sul fumo: interventi anche su cartine e filtri per le sigarette

Aumenta di mezzo punto l’aliquota di base sulle sigarette e sui tabacchi lavorati


1' di lettura

Nella manovra per il 2020 spunta anche una nuova microtassa su cartine e filtri sulle bionde “fai da te” da arrotolare. Si tratta di 0,0036 euro su ogni pezzo contenuto nelle confezioni. Quindi una confezione da 50 cartine costerà 0,18 centesimi in più. La microtassa la pagano i produttori o i fornitori nazionali, ma nulla esclude che il nuovo onere ricada sui fumatori. Solo Manifatture Sigaro Tabacco calcola un impatto della manovra da poco meno di 2 milioni di euro (su un fatturato 2018 di circa 105 milioni).

Aumenta l’aliquota di base delle sigarette
Aumenta - dal 59,5 al 59,8% - l’aliquota di base sulle sigarette. Sale di un punto l’aliquota percentuale per il calcolo dell'onere fiscale minimo. Con questo intervento entreranno nelle casse dello Stato 53 milioni in più.

Aumenta di mezzo punto l’aliquota base sui tabacchi lavorati
Su tutti i tipi di tabacchi lavorati è previsto un aumento di mezzo punto sull'aliquota di base. Aumenta di 5 euro al chilo l'accisa minima dei trinciati per sigarette, sigari e sigaretti. Sono stimate maggiori entrate per 1,858 milioni per i sigari e 8,673 milioni per i sigaretti. Previste maggiori entrate per 192mila per altri articoli da fumo e 27mila euro per i tabacchi da fiuto o da mastico.

Altri articoli
Dalle auto aziendali al bonus facciate, novità e conferme della manovra 2020

Manovra: spunta la tassa sulle sigarette. Detrazioni «a rischio» per redditi oltre 120mila euro

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti