Dopo l'ok della Commissione Ue

Manovra, dalle aste dei titoli al Def di aprile, gli esami non sono ancora finiti

di Andrea Gagliardi e Andrea Marini


default onloading pic

2' di lettura

Gli esami per l’Italia non sono finiti. Nella riunione della Commissione Ue di domani dovrebbe essere ufficializzato lo stop alla procedura di infrazione verso la manovra italiana. Ma sono ancora numerosi gli “esami” che nei prossimi mesi dovrà ancora passare la manovra. Dalle aste dei titoli di stato, fino all’Ecofin del 22 gennaio e il Def di aprile.

Prima riunione della Commissione Ue
Quella del 9 gennaio è la prima riunione della Commissione Ue nel 2019. Ci sarà una prima ricognizione sui conti pubblici italiani in vista dell’Ecofin del 22 gennaio e la formalizzazione dello stop alla procedura di infrazione contro l'Italia, dopo l’intesa raggiunta il 20 dicembre tra Bruxelles e Roma

L’asta di Bot
Il 10 gennaio c’è la prima asta di bot del 2019. Si tratta di Bot annuali, la cui scadenza cadrà il 14 gennaio 2020. L'importo nominale dell'emissione è di 7 miliardi di euro. Sarà un appuntamento importante per testare la fiducia dei mercati per i conti della italia

Riunione Eurogruppo-Ecofin
Nella riunione del 21 gennaio dell’Eurogruppo (ministri delle finanze area euro) e in quella successiva (22 gennaio) del Consiglio Ecofin (ministri delle finanze della Ue) si prenderà atto dello stop, da parte della Commissione Ue, della procedura di infrazione verso l'Italia. Allo stesso tempo i conti pubblici italiani verranno posti sotto stretto monitoraggio.

Pil dell'Italia nel IV trimestre 2018
Il 31 gennaio l’Istat diffonderà la stima preliminare del Pil nel quarto trimestre 2018. Stima che poi verrà eventualmente rivista o confermata il 5 marzo. Un dato fondamentale per capire se la crescita del Pil all’1% nel 2019, stimata dal governo, sarà raggiungibile o dovrà essere rivista al ribasso. Con conseguente impatto sui conti pubblici.

Def entro il 10 aprile
Entro il 10 aprile il governo dovrà presentare il Def 2019, con l'aggiornamento dei nuovi dati su Pil, deficit-Pil e debito-Pil. A inizio maggio, la Commissione Ue presenterà le sue previsioni economiche di primavera, dove darà le stime su Pil, deficit-Pil e debito-Pil dell’Italia. Alla luce di queste nuove valutazioni, le riunioni Eurogruppo-Ecofin del 13-14 giugno potrebbero vedere una nuova ricognizione completa sulla manovra 2019 dell'Italia.

Riunione Consiglio Europeo
Il 20-21 giugno si terrà la prima riunione del Consiglio europeo (formato dai capi di Stato o di governo dei paesi membri dell’Ue) dopo le elezioni europee di fine maggio. Questa potrebbe essere l’occasione da parte dei capi di stato e di governo della Ue per effettuare le nuove valutazioni sulla manovra 2019 dell’Italia, anche alla luce dei nuovi scenari politici post elezioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...