TRA DDL BILANCIO E DL FISCO

Manovra: dal bonus Renzi da contrattare con i sindacati all’8xmille agli edifici scolastici, cosa cambia per la scuola

Per il 18 dicembre i sindacati hanno organizzato un flash mob davanti al Miur: daranno il via allo stato di agitazione proclamato ufficialmente dalle segreterie unitarie a causa dei troppi nodi che restano ancora irrisolti nel momento in cui la legge di Bilancio 2020 giunge alle battute finali in Parlamento. In testa alle rivendicazioni, l'aumento delle risorse per il rinnovo contrattuale

La manovra non cambia più: ecco tutte le novità

Per il 18 dicembre i sindacati hanno organizzato un flash mob davanti al Miur: daranno il via allo stato di agitazione proclamato ufficialmente dalle segreterie unitarie a causa dei troppi nodi che restano ancora irrisolti nel momento in cui la legge di Bilancio 2020 giunge alle battute finali in Parlamento. In testa alle rivendicazioni, l'aumento delle risorse per il rinnovo contrattuale


2' di lettura

Mentre il decreto legge sulla scuola si appresta a incassare il via libera del Senato - giovedì il Governo porrà la fiducia sul provvedimento, che va convertito entro il 29 dicembre - il comparto registra delle novità anche sul fronte manovra. Il provvedimento che ha ottenuto il sì dell’aula di Palazzo Modama, e che approderà “blindato” alla Camera per la conversione definitiva entro fine anno, introduce delle novità sul “bonus merito” per i docenti, che di fatto andrà contrattato.

Il decreto fiscale collegato alla manovra, che ha ottenuto il via libera finale del Senato, prevede invece che le risorse della quota a gestione statale dell'otto per mille relative all'edilizia scolastica siano destinate “prioritariamente” agli interventi di edilizia scolastica che si rendono necessari a seguito di eventi eccezionali e imprevedibili individuati annualmente con decreto del Ministro dell'istruzione.

Sindacati in agitazione
Per il 18 dicembre i sindacati hanno organizzato un flash mob davanti al Miur: daranno il via allo stato di agitazione proclamato ufficialmente dalle segreterie unitarie a causa dei troppi nodi che restano ancora irrisolti nel momento in cui la legge di Bilancio 2020 giunge alle battute finali in Parlamento. In testa alle rivendicazioni, l’aumento delle risorse per il rinnovo contrattuale, visto che quelle stanziate nella legge di Bilancio consentono, a regime, un incremento delle retribuzioni di poco superiore all'inflazione: meno di 80 euro medi mensili, ben lontano dall'aumento a “tre cifre” promesso a più riprese.

Cosa cambia per il “bonus merito”
La prima novità nella manovra è cheil “bonus merito” per i docenti introdotto dalla riforma della Buona scuola nella sostanza verrà contrattato con i sindacati. I fondi, 200 milioni l’anno lo stanziamento, «saranno utilizzati dalla contrattazione integrativa in favore del personale scolastico, senza ulteriore vincolo di destinazione». È quanto prevede un emendamento M5S, riformulato e approvato dalla commissione Bilancio del Senato nei giorni scorsi. La norma è stata poi recepita nel maxi-emendamento sul quale il Governo ha messo la fiducia a Palazzo Madama. Il decreto scuola all’esame di Palazzo madama ha già ampliato la platea dei destinatari dei “bonus merito” ai supplenti con contratto fino al termine delle lezioni (30 giugno) oppure fino al termine delle attività didattiche (31 agosto).

Arriva contributo per le scuola per l'acquisto di quotidiani
A decorrere dal 2020, alle scuole statali e paritarie che adottano programmi per la promozione della lettura critica e l'educazione ai contenuti informativi, nell'ambito dei Piani per l'offertaformativa rivolti ai frequentanti la scuola secondaria di primo grado, la manovra attribuisce un contributo fino al 90% della spesa per l'acquisto di uno o più abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale. Con decreto del capo del Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri è emanato ogni anno il bando per l'assegnazione del contributo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti