nota di aggiornamento al def

Manovra, la carica dei 23 collegati: dal green new deal alla riforma del catasto

Nella bozza della nota di aggiornamento al Def è elencata la lista dei provvedimenti, tra cui compare a riduzione del cuneo fiscale, il green new deal e la transizione ecologica del Paese, la revisione del superticket e anche un nuovo disegno di legge sull'autonomia differenziata. Nella lista è indicata anche tra gli altri la riforma del catasto


default onloading pic

2' di lettura

Sono 23 i ddl che saranno collegati alla manovra. Nella bozza della nota di aggiornamento al Def è elencata la lista dei provvedimenti, tra cui compare la riduzione del cuneo fiscale, il green new deal e la transizione ecologica del Paese, la revisione del superticket e anche un nuovo disegno di legge sull'autonomia differenziata. Nella lista è indicata anche tra gli altri la riforma del catasto , il riordino del settore dei giochi, le misure per il sostegno e la valorizzazione della famiglia (Family Act), la revisione del codice civile, l’istituzione dell'Agenzia nazionale per la ricerca e il trasferimento tecnologico, le disposizioni volte alla razionalizzazione delle procedure selettive della Pa.

PER APPROFONDIRE / Alt agli aumenti Iva, 21 miliardi da flessibilità Ue e antievasione

Green new deal: due fondi verdi da 50 miliardi
Il green new deal entra dunque nella Nota di aggiornamento al Def approdata ieri in Consiglio dei ministri come «perno della strategia di sviluppo del Governo». La Nadef preannuncia un disegno di legge ad hoc per la transizione ecologica del Paese, che sarà un collegato alla legge di bilancio. La manovra istituirà due fondi di investimento dedicati, assegnati allo Stato e agli enti territoriali, per un valore complessivo di 50 miliardi in 15 anni. I piani di investimento pubblico dovranno porre al centro la protezione dell'ambiente, la diffusione delle rinnovabili, il contrasto ai cambiamenti climatici e la qualità dell'aria.

LEGGI ANCHE / Nella manovra 14 miliardi di flessibilità. Stop all'aumento Iva e deficit al 2,2% nel 2020

Taglio del cuneo dal 2020
Quanto al taglio del cuneo fiscale partirà a luglio; ne beneficeranno i lavoratori con reddito annuo fino a 26mila euro; nel 2020 l'impegno aggiuntivo è valutato in circa 2,7 miliardi, che nel 2021 saliranno a 5,4 miliardi. Il contenuto della misura sarà dettagliato in uno dei 23 disegni di legge collegati alla manovra, richiedendo così un supplemento di istruttoria. Ancora infatti il governo non ha deciso quale meccanismo utilizzare; due sono le ipotesi al momento più gettonate. Il credito d'imposta produrrebbe un vantaggio fiscale ai lavoratori concentrato su una mensilità, quella di luglio. Mentre con la detrazione si avrebbe un vantaggio fiscale spalmato ogni mese in busta paga.

Sanità, bozza ddl: ticket su base reddito e familiari
Il costo ticket sanitari sarà stabilito in base al costo delle prestazioni e del «reddito familiare equivalente», vale a dire del reddito prodotto dal
«nucleo familiare fiscale rapportato alla numerosità del nucleo
familiare». Anche stabilendo un importo come limite massimo annuale di spesa, al raggiungimento del quale cesserà l’obbligo dell'assistito di partecipare alla spesa sanitaria. È quanto prevede invece una prima bozza del ddl di riordino della materia dei ticket, annunciato dal ministro della salute Roberto Speranza.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...