ddl bilancio

Manovra, Conte: orientata verso crescita duratura

Il premier Giuseppe Conte ha assicurato di essere al lavoro insieme ai gruppi parlamentari di maggioranza con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la manovra in Parlamento, a partire da una maggiore riduzione delle tasse come quella sulle auto aziendali


Assalto alla manovra: ora gli emendamenti scenderanno da 4.550 a 700

2' di lettura

La manovra «mette in atto una chiara strategia di politica economica, che si articola essenzialmente nella riduzione del carico fiscale, negli investimenti per la crescita e la sostenibilità ambientale e sociale e nelle misure per le famiglie e il welfare». Lo afferma il premier Giuseppe
Conte, parlando alla cerimonia di inaugurazione dell'anno di
studi della Finanza. Una manovra che «tende a essere moderatamente espansiva, orientata verso una crescita duratura e strutturale».

Conte: giù tasse come su auto aziendali
«Siamo al lavoro insieme ai gruppi parlamentari di maggioranza con l’obiettivo di migliorarla ulteriormente in Parlamento, a partire da una maggiore riduzione delle tasse come quella sulle auto aziendali» ha aggiunto Conte su Fb. Per il premier, «questa è una manovra economica per le famiglie, i lavoratori e le imprese. Per chi chiede più innovazione e più tutela dell’ambiente». «Con le nostre misure abbiamo evitato un aumento di tasse per 23 miliardi, circa 540 euro l’anno di Iva risparmiati, che non peseranno sulle spalle delle famiglie italiane. Inoltre, con il taglio del cuneo fiscale, abbiamo ridotto 3 miliardi di tasse sul lavoro». E ancora: «Aiutiamo le giovani coppie che vogliono avere un bambino intervenendo sul bonus bebè e sugli asili nido, anche attraverso un voucher fino a 3mila euro per famiglie in difficoltà. Sosteniamo i lavoratori: in media 500 euro in più l'anno per rendere la busta paga più pesante e la quotidianità più leggera. E le partite Iva non si toccano».

Gualtieri: nè aumento tasse né tagli a welfare
«La Legge di bilancio è un primo tassello volto a rilanciare crescita, occupazione e investimenti» gli ha fatto eco il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri all’inaugurazione dell’anno di studi 2019-2020 della
Guardia di Finanza, precisando che «la strada scelta non è stata quella della aumento della pressione fiscale ma di interventi per alleggerirne il peso con attenzione alle famiglie più bisognose». «Né - secondo Gualtieri - si è scelta la via dei tagli a welfare sanità e scuola o sicurezza».

«Puntiamo a lotta evasione,Gdf fondamentale»
Accanto a margini flessibilità sui conti «il governo ha scelto di rafforzare l’azione di contrasto all’evasione all’elusione e all’illegalità economica
finanziaria». In questa prospettiva per Gualtieri «il lavoro della Guardia di Finanza è fondamentale». Non solo. «Ai fini di una maggiore tracciabilità e trasparenza delle transazioni commerciali in chiave anti-evasione, il Governo - ha ricordato Gualtieri - intende agevolare i pagamenti elettronici riducendo drasticamente i costi delle transazioni non in contanti».

Pd chiede di portare a 10 giorni congedo papà
Intanto una delle proposte su cui punta il Pd per le modifiche alla manovra è quella di portare da 7 a 10 giorni il congedo obbligatorio per i papà. Nel pacchetto di una ventina di emendamenti chiave per i Dem anche il finanziamento con 100 milioni l’anno in più per tre anni del Fondo per la non autosufficienza. Si punta anche a favorire l'assunzione di donne
vittime di violenza con un finanziamento da 10 milioni e si chiede anche di finanziare con ulteriori 10 milioni l'anno per tre anni il Fondo contro la violenza sessuale e di genere.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...