verso la legge di bilancio

Manovra, Delrio: bonus miglioreranno, italiani investano

di Giuseppe Latour


default onloading pic
(ANSA)

2' di lettura

L’ecobonus e il sismabonus «andranno migliorati con la legge di stabilità prossima». Lo ha spiegato questa mattina a Roma il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, intervenendo a un convegno dell’Ance in materia di detrazioni fiscali. Lo ha detto aggiungendo che «gli italiani devono investire molto su
questa misura che il governo ha messo in campo, perché valorizzerà sia la sicurezza che la casa». Un piano di lavoro per le possibili correzioni è arrivato dall'associazione dei costruttori, attraverso il presidente Giuliano Campana: potrebbero andare dalla proroga della detrazione del 50% dell'Iva ad alcuni aggiustamenti in materia di capannoni.

Delrio: puntare sulla messa in sicurezza
«Il nostro territorio - ha spiegato il ministro - è molto fragile, perché ci sono case che non andavano costruite, per la sua conformazione, per la sua storia, con il 75% degli edifici risalenti a prima delle norme sismiche». Insomma, si tratta di «un paese che è in coma e in stato di rianimazione e in cui gli infermieri e i medici lo trattano come un malato che ha l’influenza». Per questo sono fondamentali misure come il sismabonus, lo sconto fiscale che arriva fino a un massimo dell’85%, lanciato a fine febbraio dal Mit: «Se riusciamo a farle decollare cambiamo la storia di questo Paese». Un tagliando, comunque, servirà: «Nel merito sappiamo quali sono le cose da fare e siamo d'accordo con le proposte dell’Ance».

Proroghe e correzioni: le richieste dei costruttori
Il presidente dell’associazione, Giuliano Campana ha infatti presentato al Governo un pacchetto di possibili emendamenti, da inserire nella manovra: «Chiediamo innanzitutto la proroga fino al 2020 della detrazione commisurata al 50% dell’Iva dovuta sull'acquisto di abitazioni in classe energetica A o B». Lo sconto, infatti, è in scadenza nel 2017. Allo stesso modo, a fine anno scadranno il 50% per le ristrutturazioni e il 65% per l’efficientamento energetico: andrebbero rinnovati e messi a regime. Sul fronte di sismabonus, invece, bisognerebbe allargare la detrazione sul prezzo di vendita per case antisismiche in zona 1: dalla zona 1 andrebbe estesa anche alle zone 2 e 3. Infine, bisognerebbe alzare il tetto per gli investimenti sui capannoni, oggi fermo a 96mila euro.

Morando: impegnati a rafforzare gli sconti fiscali
Tutte queste azioni, per il viceministro dell'Economia Enrico Morando, avrebbero un'importanza strategica: «La mancata o troppo flebile ripresa delle costruzioni spiega in larga parte il divario di crescita che oggi soffriamo rispetto al resto dell’Ue». Per questo motivo, il Governo metterà in campo «impegni seri per confermare e rafforzare gli sconti fiscali», cercando di correggere alcuni limiti evidenti di queste misure. Soprattutto, sarà centrale l'attuazione di alcune regole. A partire da quella sulla cessione del credito di imposta.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...