oggi sul sole 24 Ore

Manovra, Preatoni: patrimoniale inutile e dannosa

Ernesto Preatoni

1' di lettura

L'ipotesi di introdurre una tassa patrimoniale con base i redditi o gli immobili, viene respinta dal finanziere e immobiliarista Ernesto Preatoni, fondatore del gruppo Domina Vacanze e ideatore del progetto turistico Sharm El Sheik sul Mar Rosso, in Egitto. In un articolo pubblicato oggi da Il Sole 24 Ore, Preatoni analizza le diverse possibilità di applicazione di una tassa patrimoniale in base ai redditi dichiarati dai 20 milioni di nuclei familiari italiani. Il gettito finale stimato ammonta a 52 miliardi (il valore della manovra appena varata per il 2019 sfiora i 38 miliardi): questo importo ridurrebbe di appena il 2% il totale dell'indebitamento nazionale.

«Si tratta di un valore – scrive Preatoni – assolutamente non significativo. Ecco perché sostengo che la patrimoniale è un'imposta non solo inutile – poiché presenta un gettito irrisorio – ma anche dannosa perché deprime l'economia. Non a caso Luigi Einaudi non ne voleva sentir parlare, ritenendola sommamente ingiusta. Tassa una seconda volta un patrimonio costruito con i risparmi e gli investimenti su cui sono già stati assolti gli obblighi fiscali»

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti