votazioni al senato

Manovra, salta proroga cedolare affitti sui negozi. Rimborsi a «vittime» bollette pazze

Sono ripresi i lavori in Commissione Bilancio del Senato sulla manovra, per l'esame degli emendamenti. Il programma prevede anche sedute pomeridiana e serale

di Marco Mobili e Marco Rogari


default onloading pic

4' di lettura

Dalle bollette pazze, con la possibilità di chiedere un “risarcimento” fino a 100 euro, alla nuova detrazione per le spese sostenute dalle famiglie per i corsi di musica e le iscrizioni ai conservatori. Ma anche, dopo tanti annunci, lo stop, forse un po' a sorpresa, alla proroga della cedolare sugli affitti dei negozi e delle botteghe. E l'obbligo di esporre nei locali della pubblica amministrazione i cartelli anti violenza-stalking. Sono alcuni degli emendamenti alla manovra approvati dalla commissione Bilancio del Senato in attesa che l'esame si sposti sui temi più caldi della legge di bilancio come il taglio delle tasse “etiche”, l'aumento della tassa sulla fortuna, gli stanziamenti per gli stipendi dei vigili del fuoco.

Stop bollette pazze, rimborsi e bonus a utenti
Via libera alle penali per le “bollette pazze” dei fornitori di energia, gas, telefonia, tv e internet. Lo prevede un emendamento a firma FdI approvato in commissione Bilancio del Senato alla manovra. In sostanza si stabilisce che nei contratti di fornitura di energia elettrica, gas e servizio idrico nonché di fornitura nei servizi di comunicazione elettronica , in caso di emissione di fatture a debito in relazione alle quali venga accertato dall'autorità competente - ovvero documentato tramite apposita dichiarazione, presentata autonomamente anche con modalità telematiche - l'illegittimità della condotta del gestore e dell'operatore interessato, per violazioni relative alle modalità di rilevazione dei consumi, di esecuzione dei conguagli o di fatturazione. E anche per addebiti di spese non giustificate e di costi per consumi, servizi o beni non dovuti, l'utente ha diritto ad ottenere, oltre al rimborso delle somme eventualmente versate, anche il pagamento di una penale pari al 10% dell'ammontare contestato e non dovuto e, comunque, per un importo non inferiore a 100 euro.

Bonus Irpef al 22% per iscrizioni a scuole musica e conservatori
Arriva la detrazione del 22% per l'iscrizione di giovani di famiglie con basso reddito a scuole di musica o conservatori. Lo prevede un emendamento, a firma Leu, approvato in commissione Bilancio. La detrazione riguarda, nello specifico, spese per un importo non superiore a 1.000 euro, sostenute da contribuenti con reddito complessivo fino a 36.000 euro per l'iscrizione annuale e l'abbonamento di ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni a conservatori di musica, a istituzioni legalmente riconosciute dall'Afam, a scuole di musica iscritte ai registri regionali nonché a cori, bande e scuole di musica riconosciute da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica. Alla misura sono destinati di 28,7 milioni di euro per il 2022 e di 16,4 milioni dal 2023.

No alla proroga della cedolare sugli affitti dei negozi
Salta la proroga della cedolare secca per i negozi, fortemente richiesta da Confedilizia. La commissione Bilancio ha bocciato gli emendamenti presentati dalla Lega e da Fratelli d'Italia che prevedevano il prolungamento dell'agevolazione al 2020 sugli affitti di esercizi commerciali. Allo stesso tempo la maggioranza ha ritirato le sue proposte di proroga.

Sale al 40% quota rosa in società quotate
Portare al 40% la 'quota rosa' nelle società quotate. È quanto prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato. La richiesta, prima firmataria Donatella Conzatti (Iv), ha ottenuto un consenso trasversale. L'emendamento di fatto estende quanto previsto dalle legge del 2011 Golfo-Mosca che introduceva una quota rosa per consigli di amministrazione e di controllo delle società quotate.

Nei locali Pa i cartelli anti violenza-stalking
Le amministrazioni pubbliche dovranno esporre in modo visibile al pubblico, nei locali dove si erogano servizi diretti all'utenza, un cartello con il numero verde di pubblica utilità per il sostegno alle vittime di violenza e stalking. Con decreto del presidente del Consiglio, su proposta del ministro alle Pari opportunità di concerto con il Mef e il ministro dell'Interno, previa intesa in sede di Conferenza unificata sono definiti i modelli dei cartelli, i relativi contenuti, le lingue utilizzate, nonché le modalità e le tempistiche di esposizione. In una prima versione dell'emendamento erano previste sanzioni da 200 a 500 euro per la mancata esposizione, ma la disposizione è stata cancellata durante l'esame in commissione.

Arriva il sostegno all'oleoturismo
Per l'oleoturismo diventa possibile la determinazione forfetaria del reddito imponibile con un coefficiente di redditività del 25%, secondo le regole già fissate dalla manovra del 2018. In quell'occasione era stata estesa alle attività di enoturismo la possibilità di determinare forfetariamente il reddito imponibile con un coefficiente di redditività del 25%. Sempre con la manovra 2018 si disponeva anche che i soggetti che esercitano l'attività di agriturismo possono determinare l'Iva riducendo l'imposta relativa alle operazioni imponibili in misura pari al 50% del suo ammontare, a titolo di detrazione forfettaria dell'imposta afferente agli acquisti e alle importazioni.

Per approfondire

Manovra in ritardo, salta la terza lettura in Senato. I precedenti solo nel 2010, 2011 e 2016
Manovra, Gualtieri: «Casa, no alla stretta Imu». Ipotesi sgravi per chi assume lavoratori ex Ilva

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...