mercoledì il testo alle Camere

Manovra, terreni gratis con terzo figlio in arrivo

di Andrea Gagliardi

Manovra, terreni gratis con il terzo figlio in arrivo


6' di lettura

Arriva una nuova bozza della legge di bilancio approvata dal governo il 15 ottobre e ancora attesa per la presentazione in Parlamento. Il nuovo testo sale a 115 articoli. L'ultima bozza ne conteneva 73. La manovra arriverà in Parlamento mercoledì prossimo. Lo affermano fonti di Palazzo Chigi di M5s e Lega. Il testo è chiuso - spiegano - ed è al vaglio della Ragioneria e del Mef.

GUARDA IL VIDEO - Manovra, terreni gratis con il terzo figlio in arrivo

Reddito cittadinanza e quota 100 in ddl ad hoc
Verranno introdotti con «appositi provvedimenti normativi» il reddito di cittadinanza e la riforma delle pensioni con quota 100. Lo conferma la nuova bozza di legge di bilancio, datata 29 ottobre. Resta invariato l’articolo che dispone l’istituzione di due fondi da 9 miliardi per il reddito e di 6,7 miliardi (7 miliardi dal 2020) per le pensioni. Nella nuova bozza si precisa che «nell'ambito del Fondo per il reddito di cittadinanza, fino a 1 miliardo nel 2019 e 2020» va ai centri per l'impiego, «fino a 10 milioni» all’Anpal.

GUARDA IL VIDEO - Sgravi fino a 8mila euro per assumere laureati «110 e lode» e dottori di ricerca

Flat tax al 15% ai prof per le ripetizioni
Arriva un’imposta al 15% per gli insegnanti su quanto percepito da lezioni private e ripetizioni. È una delle novità contenute nella nuova bozza della legge di bilancio. Dal primo gennaio 2019 «i titolari di cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado» potranno chiedere - dispone la norma - l’applicazione di «una imposta sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali pari al 15%, salva opzione per l'applicazione
dell'imposta sul reddito nei modi ordinari».

GUARDA IL VIDEO - Flat tax al 15% per combattere le ripetizioni private in nero dei prof

Terreni gratis con terzo figlio in arrivo
Nell'ultima bozza della manovra spicca la misura che prevede terreni affidati in concessione gratuita per 20 anni alle famiglie cui nasca il terzo figlio nel
2019, 2020 o 2021. Una misura «per favorire la crescita demografica». Si
prevede anche la concessione di mutui fino a 200mila euro a tasso zero alle famiglie che acquistino nelle vicinanze dei terreni la prima casa. A questa finalità andrà destinato il 50% dei terreni agricoli e a vocazione agricola di proprietà dello Stato non utilizzabili per altra finalità e il 50% delle aree
abbandonate o incolte del Mezzogiorno.

Bonus per assumere giovani “eccellenze”
Non solo. Sempre la nuova bozza della manovra prevede un bonus occupazione per i giovani con carriere universitarie eccellenti, laureati under 30 o dottori di ricerca under 34. Si tratta di un «incentivo» sotto forma di esonero dei contributi a carico del datore di lavoro, ad eccezione dei premi e contributi Inail, per un anno al massimo e con un tetto di 8 mila euro. Lo sconto vale per le assunzioni a tempo indeterminato avvenute nel 2019.

4,2 mld in tre anni per rinnovo contratti Pa
Per il rinnovo dei contratti della pubblica amministrazione posti a carico del bilancio statale il
Governo stanzia nel complesso 4,2 miliardi per il prossimo triennio. Per i miglioramenti economici del personale statale in regime di diritto pubblico - si legge nella bozza - sono stanziati 1,1 miliardi per il 2019, 1,425 nel 2020 e 1,775 miliardi nel 2020. Le risorse aumentano rispetto alla bozza precedente.

Fondo ristoro per i risparmiatori da 525 mln l’anno
Il fondo ristoro per i risparmiatori truffati dalle banche avrà una dotazione di 525 milioni l'anno a partire dal 2019. Per i risparmiatori «che hanno subito un danno ingiusto, riconosciuto con sentenza del giudice o con pronuncia dell’Arbitro per le controversie finanziarie, in ragione della violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza previsti dal testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria nella prestazione dei servizi e delle attività di investimento relativi alla sottoscrizione e al collocamento di azioni emesse da banche aventi sede legale in Italia poste in liquidazione coatta amministrativa, dopo il 16 novembre 2015 e prima della data del 1 gennaio 2018, nello stato di previsione del ministero dell'Economia è istituito un Fondo di ristoro con una dotazione finanziaria iniziale di 525 milioni per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021», si legge nella bozza.

GUARDA IL VIDEO - Manovra bocciata, Mattarella: evitare disordine conti

Sale dotazione rifinanziamento Nuova Sabatini, 480 mln in 6 anni
Aumenta la dotazione di risorse destinata dalla Legge di bilancio al rinnovo della 'Nuova Sabatini': 480 milioni in sei anni. L'ultima bozza della Legge di bilancio prevede l’allungamento di un anno del rinnovo della misura fino al 2024 rispetto alla versione precedente (che prevedeva 396 milioni in 5 anni). Sale anche il potenziamento dei fondi per la promozione del Made in Italy e sono incrementate le risorse per la microelettronica mentre è confermato lo stanziamento dei fondi per i “venture capital” insieme alla soppressione del fondo Balcani e chiusura del fondo start up con le somme di risorse ancora disponibili versate all'entrata del bilancio dello Stato.

Regioni taglino vitalizi o scure su risorse
Le Regioni, inoltre, dovranno tagliare i vitalizi del presidente e dei consiglieri sulla falsariga di quanto fatto dalla Camera entro sei mesi dall’entrata in vigore
della manovra o subiranno un taglio delle risorse in arrivo dallo Stato per il 2019 pari al 30 per cento, a esclusione degli stanziamenti per la sanità, le politiche sociali e il trasporto pubblico locale. Dal 2020 i trasferimenti verranno tagliati in
modo lineare per un importo pari alla metà delle somme destinate nel 2018 ai vitalizi.

Spunta poi una limitazione per usufruire della cedolare secca sugli affitti di immobili commerciali. La nuova tassazione al 21%, nell'ultima bozza della legge di Bilancio, si applicherà infatti agli immobili nella categoria catastale C1 di «superficie fino a 600 mq, escluse le pertinenze».

Assunzione di 1.000 ispettori lavoro
L’Ispettorato nazionale del Lavoro assumerà 1.000 ispettori nei prossimi tre anni: lo prevede una
norma della manovra di bilancio al fine di «rafforzare
l'attività di contrasto del fenomeno del lavoro sommerso e irregolare e la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro». L’aumento della dotazione organica prevista è di 300 persone per il 2019, 300 per il 2020 e 400 per il 2021. Per
queste assunzioni sono stanziati 6,1 milioni per il 2019, 24,3 per il 2020 e 40,6 per il 2021.

400 mln tagli a spese per migranti in 2019
Prevista una stretta sulle spese per i centri per i migranti «conseguenti alla contrazione del fenomeno migratorio» e tagli alle spese giornaliere per l’accoglienza puntando a incassare risparmi per 400 milioni nel 2019, 550
milioni nel 2020 e 650 milioni dal 2021. I risparmi confluiscono in un fondo del ministero dell'Interno per il suo funzionamento.

Si allenta stretta su società partecipate
Si allenta infine la stretta sulle società partecipate. Secondo quanto si legge in una bozza della manovra, le amministrazioni pubbliche non dovranno «procedere all’alienazione» delle società che pur entrate nella 'black list' di quelle da dismettere abbiano «prodotto un risultato medio in utile nel triennio» precedente la ricognizione che ha creato le liste.

Fraccaro: nessuna riscrittura, avanti con la Ue
«La manovra contiene tutte le nostre proposte per rilanciare i consumi e l’economia reale. Ci dobbiamo preparare a un’interlocuzione franca, onesta, ma anche a testa alta, con le istituzioni europee, consapevoli che la strada è giusta e quello che stiamo facendo è ciò che serve al nostro Paese». Così il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, intervistato dalla Web Tv dei Consulenti del lavoro dove ha sottolineato che «non c'è nessuna ipotesi di riscrittura» della manovra.

Di Maio: il 2019 sarà anno del cambiamento
«Il 2019 sarà l’anno del cambiamento: se ne accorgeranno anche i cittadini quando diverranno operativi il reddito e la pensione di cittadinanza» ha detto il vice-premier Luigi Di Maio a Maddaloni (Caserta) per la presentazione del nuovo servizio “Mercitalia Fast” del Polo Mercitalia (Gruppo Ferrovie dello Stato). «Come Governo - ha aggiunto - dobbiamo essere più compatti, ma stiamo provando a farcela in tutti i modi».

Slitta partenza Conte per India, riunioni con Tria su manovra
Da registrare lo slittamento a questa sera della partenza del premier Giuseppe Conte per New Delhi. Conte, a quanto si apprende, arriverà in India, dove era previsto un incontro con gli imprenditori, martedì mattina. Il premier presenzia oggi a palazzo Chigi una serie di riunioni su vari dossier, a cominciare dalla manovra, insieme al ministro dell’Economia Giovanni Tria. In India Conte avrà un faccia a faccia con il suo omologo indiano Narendra Modi e interverrà all'India-Italy Technology Summit, al Taj Palace Hotel.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti