ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùarrivano i correttivi

Manovra, vale 50 milioni la raffica di mini ritocchi

Dal festival Pistoia Blues alla tutela della comunità italiana in Venezuela la pioggia d’interventi settoriali è sotto la lente del Mef che sta verificando le coperture del «restyling»

di Marco Mobili e Marco Rogari


Bonus casa, tre novità dalla manovra

3' di lettura

Dai 100mila euro per i permessi di soggiorno a carattere umanitario ai 50mila euro per la tutela della comunità italiana in Venezuela e ai 2 milioni per i comuni montani. È un serpentone lungo quello della cinquantina (e oltre) di mini-ritocchi che si è incuneato nella manovra nel corso del lungo e sofferto passaggio in commissione Bilancio al Senato. E che ha fatto da apripista al restyling del Ddl di bilancio tra la musica del Pistoia blues festival, al quale nel 2020 sono stati destinati 250mila euro (altrettanti l’anno successivo), e l’allegria colorata dei carnevali storici «coccolati» con una dote di 1 milione (l’anno nel triennio).

Un conto da 50 milioni
Di contributo in contributo e di mini-finanziamento in finanziamento il conto delle micro-norme, considerando anche quelle in chiave welfare o di tutela della salute, sarebbe arrivato vicino ai 50 milioni, almeno secondo le prime stime ufficiose in attesa della relazione tecnica del maxi-emendamento del Governo. Che sarà votato lunedì con la «fiducia» dall’Aula di Palazzo Madama.

L’incognita coperture
Un serpentone non del tutto rassicurante, quanto meno per la solidità delle coperture delle singole micro-misure, sulle quali, come ogni anno, si è posata la lente della Ragioneria dello Stato prima di pronunciare (lunedì) il verdetto finale. Anche, a dire il vero, l’attenzione dei tecnici del Mef è stata catturata soprattutto da emendamenti più «pesanti», come quelle sui prepensionamenti di giornalisti e poligrafici e sul coinvolgimento di nuovi medici all’Inps per i controlli sulle invalidità. A essere monitorate in queste ore dalla Rgs sarebbero risorse impegnate per le modifiche della manovra per 600-700 milioni. Anche se, alla fine, la quadratura del cerchio sarà come sempre trovata, magari con qualche accorgimento.

Il nodo dei correttivi «ordinamentali»
L’arrivo del maxi-emendamento segnerà anche il destino di alcuni correttivi «ordinamentali», non compatibili quindi con la sessione di bilancio, su sui quali gli esperti del Governo, ma anche quelli del Senato, stanno effettuando le necessarie verifiche. Correttivi che potrebbero finire nel mirino della Consulta, anche alla luce della recente sentenza del 4 dicembre (n. 247) che ha bocciato una norma per estraneità di materia inserita nel Dl dello scorso anno sulla pace fiscale. Estraneità che, secondo l’ultima riforma del bilancio del 2016, nel caso della manovra si potrebbe manifestare proprio con le norme ordinamentali e con quelle micro-settoriali.

Il refuso sulla Tobin Tax
Tra i ritocchi ordinamentali che i tecnici stanno monitorando ci sarebbe anche lo stop delle indennità dei dirigenti della Pa per la mancata pubblicazione dei dati prevista dalle regole sulla trasparenza. Il correttivo, messo a punto dal presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra (M5S), ha l’obiettivo di porre un argine alle infiltrazioni mafiose. «Qualcuno sta provando a bloccare questo emendamento già approvato in Commissione Bilancio, probabilmente la lobby dei funzionari pubblici. Non si tocchi il mio emendamento, altrimenti ci saranno gravi conseguenze politiche», ha detto Morra. Nella partita sui ritocchi ordinamentali rientra anche l’emendamento sulla Tobin tax sul trading che, per un refuso, è stato approvato con un prelievo dello 0,4% anziché del previsto 0,04 per cento. Al momento il refuso è stato corretto nell’operazione di drafting, ma sul suo destino continua ad aleggiare lo spettro dello stralcio.

Opposizione all’attacco
La partita, insomma, è chiusa ma non del tutto. Lo stesso premier Giuseppe Conte da Bruxelles ha annunciato un vertice per lunedì sera: «La manovra ogni anno è un parto difficile, ci sarà stata qualche eccezione singolare ma -riconosciamolo - è il provvedimento normativo più significativo, esprime il massimo indirizzo politico economico». Intanto l’opposizione si prepara ad andare all’attacco mettendo nel mirino soprattutto il prossimo passaggio della manovra alla Camera, che visti i tempi ormai strettissimi, si annuncia blindato.

Stop alle modifiche
Il testo non potrà essere modificato, micro-norme comprese. Il lungo elenco prevede anche piccoli «contributi», come i 100mila euro destinati per aprire la strada alle cosiddette «quote rosa» nei Cda delle società pubbliche o i 200mila euro destinati al Consiglio nazionale giovani, all’Istituto affari internazionali di Roma o alle consulenze dell’Avvocatura generale per la difesa davanti alla Corte di giustizia Ue. Altri 200mila euro sono stati stanziati per le Commissioni delle filiere alimentari e anche per le Associazioni combattentistiche. Sale a 250mila la dote per la Fondazione Luigi Einaudi Onlus di Roma mentre 300mila euro sono stati assegnati al Museo della Diga del Gleno e al restauro di Villa Alari Visconti di Saliceto a Cernusco sul Naviglio. Più elevato il contributo, 1,3 milioni, per Badia di Santa Maria di Pattano (Vallo della Lucania) mentre 500mila euro sono destinati al parco museo minerario delle Marche e alle Celebrazioni per i cinquant’anni delle regioni. Arrivano infine un milione per la ricerca delle scienze religiose e 2 milioni per il fondo piccoli musei, nonché per le Fiere di Bari, Foggia, Verona e Padova.

LE PRINCIPALI MICRO-MISURE Il conto dei micro-ritocchi alla manovra di bilancio. Valori in milioni di euro
Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Marco Rogarivicecaporedattore

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, francese

    Argomenti: conti pubblici, previdenza, politiche del welfare, pubblica amministrazione, attività parlamentare

  • Marco MobiliVice caporedattore

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: inglese

    Argomenti: Politica economica, fisco, guardia di finanza, agenzie entrate, attività parlamentare

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...