Cabina di regia

Manovra, verso Superbonus 110% anche su villette per il 2022 con tetto Isee. Pensioni, quota 102 per un anno

Presenti alla riunione i capi delegazione della maggioranza e i responsabili economici. Attesa giovedì 28 in Consiglio dei ministri la legge di bilancio

Bonus edilizi: ecco come cambiano gli incentivi nel 2022

3' di lettura

Conferma del Superbonus 110% anche sulle case monofamiliari per tutto il 2022, per proprietari con Isee fino a 25mila euro. Spazio poi a un inasprimento dei controlli preventivi per ottenere il Reddito di cittadinanza e un taglio dell’assegno per coloro che rifiutino due proposte di lavoro. Sono alcuni dei punti emersi nel corso della cabina di regia sulla manovra a Palazzo Chigi. Il “decalage” dell’assegno dovrebbe essere progressivo, dal secondo rifiuto in poi, ma non sarebbero state indicate le percentuali del taglio.

Proposta quota 102 solo per 2022

Quota 102 soltanto per un anno, il 2022. È la proposta che sarebbe stata fatta dal governo su uno dei dossier più controversi della vigilia. In aggiunta alla quota transitoria di un solo anno, viene istituito un fondo per traghettare i lavoratori penalizzati dai nuovi requisiti. Opzione donna verrebbe inoltre prorogata al 2022 e Ape social allargata a nuove categorie di gravosi.

Loading...

Bonus facciate ridotto al 60%

La riunione, durata circa tre ore a Palazzo Chigi, è partita dall’esame dei capitoli di investimento per poi passare al resto degli ambiti interessati dagli interventi. Quanto al bonus facciate, dovrebbe essere rinnovato per tutto il 2022 ma con una percentuale al 60%.

Verso lo stop al cashback

Per il cashback si va invece verso lo stop definitivo. La misura, partita lo scorso gennaio e poi sospesa nel secondo semestre di quest’anno, viene infatti cancellata. Inizialmente era prevista anche per il primo semestre del 2022 e aveva ancora a disposizione 1,5 miliardi.

Legge di bilancio domani in Cdm

Nel complesso la legge di bilancio che approderà giovedì 28 sul tavolo del Consiglio dei ministri conferma i saldi indicati nel Documento programmatico di bilancio (Dpb). Al vertice oltre al ministro dell’Economia Daniele Franco e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli, erano presenti i capi delegazione della maggioranza Giancarlo Giorgetti, Andrea Orlando, Roberto Speranza, Stefano Patuanelli, Mariastella Gelmini e Renato Brunetta, Elena Bonetti e i responsabili economici di ciascun partito.

Tavolo pensioni in 2022 e confronto su taglio cuneo con parti

Sulle pensioni l’apertura di un tavolo il prossimo anno e sul taglio del cuneo fiscale si discuterà il futuro emendamento che ne declinerà la forma anche con le parti sociali. Sono alcune delle “aperture” filtrate dalla cabina di regia sulla manovra, dopo la rottura di ieri con i sindacati. Dal Pd in particolare è stata sollevata la questione di riattivare il dialogo con le parti sociali.

Lega soddisfatta, no ritorno Fornero e fondo 500mln per alcune categorie

«Nessun ritorno alla legge Fornero, si va verso la pensione a 64 anni (anziché 67) mantenendo 38 anni di contributi. In più, ci sarà un fondo ad hoc di 500 milioni per accompagnare alcune categorie all'uscita anticipata dal mondo del lavoro con le regole di quota 100». Così fonti della Lega dopo la cabina di regia che sottolineano la “grande soddisfazione” del partito di Matteo Salvini.

Dal M5s ok “con riserva” a modifiche sul Reddito

Qualche malumore serpeggia al contrario in casa M5S. La direzione è quella «giusta», soprattutto per la stretta sui controlli, ma per dare una valutazione definitiva il Movimento 5 Stelle si riserverebbe di valutare «l’equilibrio complessivo» delle modifiche al Reddito di cittadinanza.

In ddl concorrenza né spiagge né idroelettrico

La legge sulla concorrenza non si dovrebbe occupare di spiagge. In base a indiscrezioni la questione delle concessioni balneari non dovrebbe entrare nel testo della legge annuale, che potrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri, anche se il lavoro è ancora in corso e non si esclude uno slittamento. Nel testo non dovrebbero entrare nemmeno le concessioni idroelettriche - su cui c’era la contrarietà della Lega - né la questione ambulanti.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti