la gestione

Manutenzione, come eseguirla e gestirla

di Simonluca Pini


default onloading pic

3' di lettura

Utilizzare una vettura in noleggio o in comodato solleva da una lunga serie di problematiche, partendo dai costi di gestione legati alla manutenzione. Questo però non vuol dire disinteressarsi a questa operazione o non effettuarla in maniera tempestiva, come spesso accade sulle vetture in flotta. È fondamentale che l’utilizzatore rispetti con precisione il programma di manutenzione della vettura, a partire dal rifornimento di AdBlue fino ai tagliandi periodici. Una corretta gestione del veicolo, oltre ad evitare dispendiosi fermi vettura, contribuirà a consumi ridotti e minori emissioni inquinanti.

In aggiunta alle informazioni comunicate direttamente dalla vettura, la tecnologia viene in aiuto degli automobilisti inviando anticipatamente avvisi sugli interventi da eseguire direttamente sullo smartphone.

Grazie a modelli di vetture sempre più connesse, le officine hanno la possibilità di scoprire in tempo reale i guasti della vettura e farsi trovare pronti al momento dell’accettazione in modo tale da ridurre le tempistiche di intervento. Altro aspetto fondamentale per accorciare le attese è la perfetta gestione del guasto tra il gestore della flotta e la struttura riparativa.

Oltre al contatto diretto tra le società di noleggio e la rete di riparatori, una soluzione in grado di abbattere le tempistiche e costi di ripristino è quello di affidarsi a realtà specializzate nella gestione dell’intero processo partendo dal recupero del mezzo fino alla riconsegna. Tra queste due fasi la ricerca del componente esatto da sostituire è la fase che spesso blocca l’intero processo, a causa di ricambi non corretti.

Altro punto riguarda la scelta fra codici originali o aftermarket, azione che comporta spesso importanti variazioni sul conto finale. Per rispondere a questa necessità delle aziende di noleggio sono nate realtà dedicate come Gestione Prodotti e Servizi. Creata con l’obiettivo di dare alle flotte un solo interlocutore, fornisce al fleet manager tutti gli strumenti compresi la scelta del ricambio tra originale e aftermarket anche per modelli appena arrivati sul mercato. Altro tema fondamentale arriva dagli interventi riparativi ad alto valore, che rappresentano per le flotte una situazione di criticità nella maggior parte dei casi.

Le diverse fasi, a partire dalla corretta individuazione del guasto, passando da un preventivo preciso fino all’esatta esecuzione dell’intervento, richiedono una serie di procedure e conoscenze chiare e standardizzate.

Molto spesso vetture soggette a guasti gravi, come rotture di trasmissioni automatiche o danni al propulsore che comportano il blocco della vettura, restano ferme in officina per un tempo superiore al necessario. Per offrire un sistema efficace ed efficiente in caso di riparazioni ad alto valore è attivo da tre anni il network Officine Guasti Gravi, studiato e sviluppato in modo da offrire alle flotte tutti gli strumenti per un intervento definitivo. Presente in Italia con circa 150 officine, Officine Guasti Gravi nasce dalla necessità su tutto il territorio italiano di avere una rete capillare di strutture altamente specializzate, in grado di intervenire in modo risolutivo, definitivo e rapido attraverso un coordinamento unico. Infatti l’intero processo è seguito da Gestione Prodotti e Servizi, andando così ad evitare ritardi sulle lavorazioni o maggiori costi per il ripristino del veicolo.

Dato l’espansione dell’utilizzo di auto a noleggio a lungo termine anche da parte di privati, l’attenzione all’intera filiera manutentiva e riparativa diventa ancora più fondamentale per la soddisfazione del cliente ma soprattutto per la corretta gestione dei costi.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...