ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIntelligenza artificiale

Mare group cresce con una nuova acquisizione: rilevato il 52% di Delta Aves

La società assiste imprese del settore manifatturiero grandi e piccole e la pubblica amministrazione nella acquisizione di tecnologie

di Vera Viola

(greenbutterfly - stock.adobe.com)

2' di lettura

Mare Group, la holding campana specializzata in gestione dell'innovazione, tecnologie abilitanti per l'industria e i beni culturali e digitalizzazione dei processi, ha acquisito il 52% della campana Delta Aves, azienda specializzata nel progettare e realizzare soluzioni prototipali per l'industria manifatturiera. Il restante 48% sarà oggetto di una call option a partire dal 2028. Delta Aves, con sede a Sant'Antonio Abate (NA), è una piccola realtà con esperienza trentennale maturata partecipando a programmi del settore aerospaziale.

Mare Group compie così un ulteriore passo in avanti nel suo percorso di crescita. La nuova acquisizione è coerente con il Piano Industriale “Mare Wave 2022-2025”, recentemente annunciato, che prevede la prosecuzione di un percorso di crescita per linee esterne. Un cammino iniziato nel 2019 con l'acquisizione della PMI innovativa SpinVector e proseguita negli ultimi anni con l'ingresso nel Gruppo di Mate Consulting, Hard & Soft House ed Eclettica.

Loading...

Il gruppo ha dieci sedi in Italia

Con oltre 500 clienti, 280 addetti e un fatturato di 30 milioni di euro nel 2021, il gruppo campano si occupa di tecnologie abilitanti 4.0, digitalizzazione dei processi e fruizione esperienziale dei beni culturali. Grazie ai continui investimenti in R&D (pari al 20% del fatturato) e alla collaborazione con Università e Centri di Ricerca nazionali e internazionali, il gruppo punta a soddisfare e stimolare il bisogno di innovazione con una strategia integrata di prodotto, servizi e tecnologia attraverso tre business unit dedicate a consulenza, tecnologia digitale e ingegneria. Oggi ha dieci sedi in Italia, tra cui Torino e Milano, è presente in tre continenti con sedi operative e commerciali, conserva la sua sede principale a Pomigliano d'Arco (NA), dove nasce circa 20 anni fa. Con le sue tre le business unit – Mare Consulting (consulenza), Mare Digital (tecnologia), Mare Industrial (ingegneria) – progetta e implementa innovazione tecnologica per l'Industria, per le Pmi e per la Pubblica Amministrazione.

Obiettivo 100 milioni

«Il nostro lavoro parte dall’analisi delle esigenze delle imprese – spiega Giovanni Caturano, direttore innovazione – Le pmi devono essere aiutate a individuare come migliorare l’efficienza e quali tecnologie adottare. In una seconda fase proponiamo tecnologie abilitanti. Siamo attenti al mondo del lavoro e studiamo come migliorare i processi e migliorare la sicurezza». «Per fine anno raggiungeremo un fatturato di 50 milioni – dice Antonio Maria Zinno ad di Mare Group – e nel 2025 arriveremo a quota 100 milioni».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti